RIPATRANSONE – L’approvazione del bilancio di previsione 2008 e di quello pluriennale 2008-2010 di venerdì 9 maggio, ha generato polemiche per il previsto aumento delle tasse e la mancata realizzazione dell’Istituzione, l’organo necessario per assumere personale che esterno alla Pubblica Amministrazione svolga servizi sociali e culturali.

Il capogruppo di Alleanza Nazionale Luigi Cava e il consigliere Maria Giovanna Piumella criticano: «Un aumento della Tarsu, dell’Irpef. Nuovi sacrifici senza aumento di servizi».
Ma l’amministrazione pur confermando gli aumenti dei servizi individuali, con particolare riferimento della mensa e al trasporto scolastico, sottolinea la diminuzione di molti oneri a carico dei soggetti economicamente più deboli. Spiega l’assessore al Bilancio Alessandro Lucciarini De Vincenzi: «i trasporti scolastici sono pagati sulla base delle fasce di reddito, e per le prime fasce abbiamo previsto una diminuzione, mentre l’aumento ci sarà solo per chi ha un reddito più alto. La stessa cosa per la mensa: se i nuovi buoni pasto sono aumentati di qualche centesimo di euro, è sparita la quota fissa mensile che doveva essere pagata anche se il pasto non veniva consumato dal bambino, ora se l’alunno non può usufruire della mensa neanche è costretto a pagarla».

Anche per la Tarsu, l’assessore al Bilancio vuole chiarire in cosa consista l’effettivo aumento: «Aumentano i costi di smaltimento e di raccolta dei rifiuti, il Comune non può che adeguarsi di conseguenza. Ma abbiamo cercato di agevolare le attività commerciali, quelle artigianali e industriali lasciando la stessa tariffa dell’anno precedente, per sostenere queste attività importanti per l’economia ripana. A breve aprirà la nuova ricicleria e in bilancio abbiamo già previsto una quota da utilizzare per incentivare chi porterà il materiale».

Per la tanto discussa “Istituzione per i servizi sociali e culturali” per l’assunzione di personale esterno alla Pubblica Amministrazione, ma che svolge attività di interesse collettivo, i consiglieri dell’opposizione Cava e Piumella avevano denunciato, sulla base di quanto disposto dalla nuova Finanziaria 2008, l’impossibilità di realizzare la nuova Istituzione.
L’assessore ai Servizi Sociali Maurizio De Angelis conferma l’impossibilità : «I contratti di collaborazione che sono attualmente in essere e che consentono all’amministrazione di utilizzare personale esterno per svolgere attività sociali, non potranno più essere rinnovati. Ci sono diverse ipotesi in discussione la prossima settimana ci sarà un incontro con i sindacati e entro giugno, prima che scadano i contratti dei collaboratori, troveremo una soluzione che ci consenta di continuare a garantire i servizi ai cittadini».

Ma soprattutto ci tiene a precisare l’assessore al Bilancio Lucciarini: «Tutti gli aumenti sono comunque inferiori a quelli registrati nei Comuni limitrofi. Posso affermare, senza timore di essere smentito, che siamo il Comune con le tariffe più basse».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 703 volte, 1 oggi)