ASCOLI PICENO – Italia, Olanda, Bulgaria e Romania insieme in un grande progetto di scala europea per dare nuove opportunità e formazione di alto livello alle persone con disabilita divise: è questo lo spirito di fondo che anima Pro.t.e.c.t. – “Professional Training for Equal Chance”, progetto co-finanziato dal programma comunitario “Leonardo da Vinci” presentato stamane nella Sala Convegni dell’hotel Marche di Ascoli in un incontro pubblico promosso dalla Provincia e dalla Sezione Provinciale dell’Unione Italiana Ciechi, impegnate da sempre in una proficua collaborazione nel campo della formazione, del lavoro e dell’integrazione sociale dei soggetti ipovedenti del territorio.
«Da tempo l’Unione ciechi provinciale è impegnata in progetti di respiro internazionale – ha spiegato Adriano Corradetti – e Pro.t.e.c.t. costituisce un’ulteriore importante tappa di questa intensa attività».
«La Provincia è impegnata nello sviluppo integrale delle persone disabili – ha sottolineato l’assessore Emidio Mandozzi – quello che presentiamo è un complesso di azioni e progetti per consentire a tutti di inserirsi a pieno titolo nel modo della lavoro e nel tessuto sociale e culturale del territorio».
«L’Italia è un modello all’avanguardia nell’integrazione lavorativa delle persone non vedenti – ha evidenziato Armando Giampieri – basta pensare che nel nostro Paese operano 15 mila centralinisti, 6 mila fisioterapisti e 4 mila insegnanti ipovedenti. Ma la precarizzazione e l’evolversi rapidissimo delle tecnologie toccano da vicino con più drammaticità anche i soggetti non vedenti. Ecco perché l’educazione e la formazione permanente sono gli strumenti più idonei per affrontare con efficacia i cambiamenti».
Maurilio Cestarelli ha infine annunciato che da settembre ad Ascoli, Fermo e San Benedetto del Tronto partiranno corsi per l’orientamento professionale promossi dalla Provincia e finanziati con le risorse del Fondo Sociale Europeo destinati a favorire l’integrazione delle persone con disabilità sensoriali.
All’iniziativa erano presenti il Vice presidente della Provincia Emidio Mandozzi, il dirigente del Servizio Formazione professionale dell’Ente Maurilio Cestarelli, il presidente provinciale dell’Unione Italiana Ciechi Adoriano Corradetti, il presidente del consiglio regionale delle Marche dell’Unione Italiana Ciechi Armando Giampieri e alcuni protagonisti del qualificato partenariato internazionale che lavora a PRO.T.E.C.T tra cui Alexandrina Kostova, coordinatrice del progetto e responsabile della “Fondazione per la riabilitazione dei ciechi” di Plovdiv in Bulgaria, Arrie Huijgen dell’istituto olandese “Bartièus”, Sergiu Ruba dell’Associazione rumena ciechi e docenti ed operatori del Dipartimento di Istruzione Speciale dell’Università di Sofia, del Centro per l’Adattamento Sociale dei Gruppi a Rischio di Plovdiv (Bulgaria) e Gruppo “Camera Work” di Jesi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 567 volte, 1 oggi)