SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Proseguono gli appuntamenti al Teatro dell’Olmo di San Benedetto con la rassegna Germogli 2008 – nuove generazioni di teatro, un progetto della Compagnia Vicolo Corto di Ancona, in collaborazione con il Teatro Stabile delle Marche – Fondazione Le Città del Teatro. Debutta questa sera, giovedi 15 maggio, alle ore 21.30, “Immi-grati?”, di e con Antonio Lovascio.

La pièce è un atto unico che mette in evidenza, a partire dal gioco di parole contenuto nel titolo, il problema dell’immigrazione. Attraverso un’ironia pungente, due personaggi, alquanto grotteschi, raccontano due drammatiche storie di immigrati italiani del secolo scorso. Lo spettacolo si presenta come un misto di generi: dal teatro epico, alla commedia, dalla farsa a momenti con toni più tragici, con un richiamo al linguaggio attoriale di Dario Fo, con cui Lovascio ha avuto il piacere di collaborare. I brani musicali suonati dal vivo integrano la poesia stessa del testo.

Sempre al Teatro dell’Olmo, venerdì 16 maggio, alle ore 21.30, va in scena “Anna Cappelli”, di Annibale Ruccello, con Giulia Ragni e la regia di Tommaso Benvenuti.
Spettacolo di forte impatto scenico che si articola in un susseguirsi di sette monologhi che scandiscono in maniera precisa la storia di Anna. Circondata da oggetti e situazioni circolari, in un vortice dove anche la musica determina una sorta di costrizione narrativa, la protagonista vive la suggestione di una prigione-manicomio in cui si dibatte senza via di uscita.

Conclude la settimana di rassegna, sabato 17 maggio, alle ore 21.30, lo spettacolo della Compagnia Teatro Hermitage, “Rated X”, scritto e diretto da Angelo Pavia, con Marco Bianchi, Rissa Brighi, Luigi Cerri, Velia Centone, Pamela Sabatini e Roberto Turchetta.
Il titolo dello spettacolo proviene dall’omonima composizione di Miles Davis: letteralmente “tempo zero”, qui come rimando alla nascita. Rated X è la parodia di una farsa, quella dell’esistenza davanti allo smarrimento della sua imperfezione formale. Il protagonista dello spettacolo, X, si ritrova imprigionato in una forma che rifiuta: i suoi piedi. Eroe romantico e burattino senza piedi, non può allora che indossare i panni di clown guasto, alle prese con una troupe di attori e un capocomico preoccupato solo della rappresentazione.

Il costo dei titoli di ingresso è di 7 euro, posto unico, disponibili al botteghino del teatro. È vivamente consigliata la prenotazione ai numeri: 0735.582795 o 389.1174604.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 765 volte, 1 oggi)