SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Il Piano particolareggiato che permetterà di realizzare la nuova piazza San Pio X è a un buon punto, le trattative con i proprietari dei terreni sono in stato avanzato. A breve presenteremo l’atto in Consiglio comunale».
Giovanni Gaspari rassicura dopo che il consigliere comunale del Pdl Bruno Gabrielli ha presentato un esposto alla Procura e uno alla Corte dei Conti per segnalare la situazione e il blocco degli espropri deciso dal 2006.
«Abbiamo abbandonato la strada dell’esproprio intrapresa dalla vecchia amministrazione, era onerosa e lenta, avremmo dovuto pagare un prezzo maggiore del 10% al prezzo di mercato. Ora il Comune cerca una soluzione compensativa su tutto il comparto, per non penalizzare nessuno dei 14 proprietari dei terreni», aggiunge il sindaco, che riserva parole molto polemiche all’azione di Gabrielli.
«Pianifichiamo lo sviluppo della città secondo le nostre idee che i cittadini hanno votato, Gabrielli se ne faccia una ragione. Il centrodestra perse le elezioni nel 2006, dopo non aver risolto il problema della piazza nel suo tempo di governo. Fare politica non deve essere correre dietro agli striscioni dei cittadini. Se ci si vuole mostrare alfieri della legalità, perché poi ci si astiene nelle delibere per lo sgombero delle bancarelle abusive o si critica la rimozione degli abusi in spiaggia? Gabrielli è incoerente».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 671 volte, 1 oggi)