SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Lo scopo è cercare di mitigare l’impatto ambientale del depuratore per riqualificare e rendere fruibile l’area, ecco perchè abbiamo piantato le essenze arboree» spiega il presidente della Riserva Naturale Regionale Sentina, Pietro D’Angelo.

I lavori sono iniziati martedì 6 maggio e già sono stati piantati 62 pini d’aleppo, 25 lecci, 100 allori, 6 pioppi cipressini e 7 aceri, nella zona adiacente al depuratore.
Nei prossimi giorni la piantumazione di ulteriori essenze arboree nell’area interna del depuratore, nel lato est del rilevato ferroviario, nel lato est della strada d’accesso al depuratore, completerà il progetto: 800 piante tra arbusti e alberi verranno utilizzate per mitigare l’impatto ambientale del depuratore da un punto di vista visivo, olfattivo e acustico.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 912 volte, 1 oggi)