SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Dopo aver assistito per un anno ai reciproci complimenti fra Gaspari e i fratelli Tormenti, ora siamo di fronte a una situazione di urgenza per l’iscrizione al campionato. Fra Samb e Comune, chi ci rimette sono i cittadini, siamo preoccupati».
Parole del consigliere comunale del Popolo delle Libertà Pasqualino Piunti, che lamenta un mancato coinvolgimento della minoranza nella vicenda della messa a norma dello stadio: «In tempi non sospetti avevamo sollecitato chiarezza da parte del Comune, parlando dell’avvicinarsi delle scadenze. Quando ero al governo della città, ci trovammo in una situazione simile con un interlocutore molto più difficile come Luciano Gaucci. E noi avevamo la tifoseria contro, ma ce la cavammo bene».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.097 volte, 1 oggi)