ASCOLI PICENO – Un losco giro di affari di circa 10 mila euro alla settimana. Protagonista indiscussa, come sempre la droga. Si è conclusa alle prime ore di questa mattina, 9 maggio, l’operazione antidroga denominata “Gas”. Un’operazione coordinata dal Sostituto Procuratore della Repubblica di Ascoli, il dottore Ettore Picardi che ha bloccato un vasto e ramificato traffico di stupefacenti nel sud delle Marche, con base a San Benedetto del Tronto e che ha portato all’arresto di sette persone, accusate di spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti. Cocaina, in prevalenza.
Grazie all’impegno e alla collaborazione dei carabinieri di Ascoli, di Offida e di San Benedetto del Tronto e insieme al nucleo operativo antidroga di Pesaro Urbino sono finiti in manette due albanesi, X. G. di 28 anni e X. O. di 35 anni; due ascolani M. P. quarantasettenne e C. A. ventiseienne, e tre sambenedettesi T. L. di 34 anni, P. A. di 26 anni e D. A ventisettenne (questi ultimi sconteranno gli arresti domiciliari).
La banda operava tramite la copertura di una ditta import-export. Lo smistamento del traffico di droga veniva effettuato di un appartamento di San Benedetto e da qui veniva distribuita su tutto il territorio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.541 volte, 1 oggi)