ASCOLI PICENO – Ceramisti, calzolai, liutai, orafi, ma anche operai di aziende del settore tessile, dell’abbigliamento, dell’agricoltura, della ristorazione, della pesca. Artigiani del territorio piceno a lavoro ripresi dall’obiettivo del fotografo ascolano Pierluigi Giorgi.
Questi scatti si sono tramutati nel volume fotografico “Storiedilavoro e di ordinaria civiltà nella società picena”grazie al progetto della “Aliascomunicazione” di Roberta D’Emidio e Stefania Canala, sostenuto dalla provincia di Ascoli Piceno.
L’opera è edita dagli assessorati alla Formazione professionale e al Lavoro della Provincia di Ascoli e della Regione Marche e sarà presentata venerdì 9 maggio alle 17,30, nella sala congressi della Camera di Commercio di Ascoli Piceno in viale della Repubblica.
All’incontro saranno presenti il presidente della Provincia Massimo Rossi, il presidente della Camera di commercio Enio Gabellieri, gli onorevoli Luciano Agostini e Amedeo Ciccanti, l’assessore alla Formazione e al Lavoro della Provincia Emidio Mandozzi e della Regione Ugo Ascoli, il presidente della II Commissione del Consiglio provinciale Giacomo Beverati e il direttore della fondazione “Di Vittorio”, Adolfo Pepe.
Pierluigi Giorgi, ascolano, ha studiato Ingegneria edile a Bologna dove ha vissuto e lavorato. Fotografo professionista dal 2005, si occupa di reportage e di fotografia del territorio. Attualmente collabora con il Dipartimento di Archeologia dell’Università di Bologna e lavora ad un progetto fotografico sul Piceno riguardante il travertino. Ha esposto a Bologna, Londra, Ascoli Piceno, Arezzo, Modena, San Benedetto, Acquaviva Picena.
«”Storiedilavoro” – ha dichiarato Emidio Mandozzi – racchiude uno spaccato di società fatto di sacrifici, di orgoglio, di ricchezza umana. Un libro che la Provincia ha voluto dedicare a quanti hanno fatto e fanno grande questo territorio, spesso troppo bistrattato ma per nulla arrendevole».
A tutti i presenti saranno consegnate una copia del libro e la relativa cartella fotografica.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 404 volte, 1 oggi)