SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Una grande opportunità culturale si prospetta per i sambenedettesi. Un gemellaggio con la città di Nablus, un incontro nel cuore della Palestina a contatto con una tradizione e con uno stile di vita così distante eppure pieno di fascino.
Lo ha annunciato il presiedente del Consiglio Giulietta Capriotti, sottolineando tuttavia che solo tra tre mesi sarà possibile ufficializzare la notizia.
La città di Nablus, fondata nel 72 d.c dall’imperatore romano Vespasiano, è situata a circa 60 chilometri a nord di Gerusalemme, tra le montagne di Ebal e Garizzim. La popolazione di circa 134 mila abitanti, è in gran parte araba e basa la propria economia sulla produzione di sapone, olio e prodotti artigianali.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 493 volte, 1 oggi)