SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Polemiche anche sulla data del mondiale Powerboat P1 che si svolgerà a San Benedetto dal 9 all’11 maggio prossimi, ospitando tra l’altro una imbarcazione sambenedettese, la “Gibellato” della Metamarine di Marco Pennesi. Il climatologo Riego Gambini, infatti, contesta la scelta perché l’area della gara dovrebbe essere, presto, compresa nel Parco Marino del Piceno: «E’ vero: la coerenza non è sempre la caratteristica che contraddistingue l’essere umano e le belle parole, se espresse con la determinazione della mente ma non con la verità del cuore, rimangono troppo spesso solo “belle parole”» inizia Gambini.
«Con il petrolio oltre i 120 dollari al barile non credo che motori turbodiesel da 900 cavalli dal costo di 700 mila euro, possano essere utili esempi rivolti alla gente comune, per cui ai 45 bolidi che vedremo sfrecciare nei prossimi giorni lungo la Riviera Picena preferisco le 35 piccole imbarcazioni della regata nazionale classe Contender “Trofeo Carlini” che, con la forza del vento e delle braccia dei loro “marinai”, ho visto danzare solo pochi giorni fa sulle onde di questo mare al ritmo variabile della natura e non a quello dei “4 tempi” dei motori a scoppio».
«Mi credete un romantico?» fa autoironia Gambini, che risponde: «No, sono solo veramente e seriamente preoccupato. Di certo molti di noi sono profondamente convinti che questo prossimo fine settimana sarà un appuntamento importante per la nostra cittadina, utile a mettere in risalto agli occhi del mondo le bellezze della Riviera delle Palme».
E voi? Siete tra i romantici o i realisti?

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.093 volte, 1 oggi)