SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Teatro Concordia torna alla città e in esso torna il grande cinema con la proiezione, in collaborazione con il Cineforum Buster Keaton, del film La Zona. Una coproduzione Spagna/Messico per una pellicola di grande attualità: il regista messicano Rodrigo Plà racconta sul grande schermo la metafora della ricerca ossessiva della sicurezza, di un rifugio all’interno di moderne fortezze le cui mura segnano la linea di confine tra la ricchezza e la povertà.
Il dislivello della disuguaglianza sociale e della corruzione si unisce e si scontra con sentimenti forti, umani, mettendo in scena uno spaccato di vita surreale e realistico allo stesso tempo, dove un “mondo” perfettamente sotto controllo si trasforma in caos e precipita in tragedia.

La Zona è un quartiere residenziale di Città del Messico, protetta da alte mura, vigilanza privata e telecamere a circuito chiuso che sorvegliano le strade. Abitato dalla ricca borghesia ospita al suo interno graziose villette, scuole attrezzate e strutture sportive. La Zona è una sorta di Stato nello Stato, governato da una legislazione creata ad hoc dalle istituzioni corrotte.

Fuori sorge una poverissima favela fatta di baracche, miseria e la povertà della maggior parte della gente. Tre ragazzi provenienti dalla baraccopoli riescono ad entrare nel quartiere blindato. Uno scenario tipico del mondo latinoamericano, ma non troppo lontano dalla realtà che ci circonda e una condizione mentale, quella dell’odio e della paura che diventa sempre più concreta.

Ad ingresso libero con prenotazione telefonica obbligatoria ai seguenti numeri: 0735 794460 – 794438.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 546 volte, 1 oggi)
0