SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Su Piazza Matteotti e sulla sua riqualificazione si interroga il Circolo dei Sambenedettesi, mostrandosi contrario ai lavori così come sono stati anticipati nei giorni scorsi con la mostra “Giardinando”.
Pur non essendo contrario alle innovazioni, che anzi auspica, il Circolo dei Sambenedettesi «ritiene tuttavia opportuno il coinvolgimento della popolazione in momenti di pubblico interesse».
Se la simulazione dell’assetto finale di Piazza Matteotti fatta nei giorni scorsi sarà effettivamente quella finale, si avrà – secondo il parere del Circolo – una piazza «scarsamente coerente con il contesto, cui sembra essere stato “appiccicato” senza un più rispondente criterio di necessità funzionale e di pertinenza estetica. Nulla eccependo sulla gradevolezza dell’insieme, che a prima vista sembra rimandare ad un’esposizione vivaistica, lo si ritiene in ogni caso più adatto a un parco pubblico che a un asse urbano centrale, nato e sviluppatosi con la sua spazialità secondo geometrie diversamente orientate rispetto alle proposte in questione».
«Si va concretizzando – prosegue il Circolo dei Sambenedettesi – quel locus amoenus di cui avevamo temuto, perché, per quanto “ameno” voglia essere, configura nei luoghi atmosfere artificiose, assolutamente estranee ai percorsi della storia e non aderenti all’effettiva conformazione architettonica della zona».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 855 volte, 1 oggi)