GROTTAMMARE-ARRONE 4-2

GROTTAMMARE – Il Grottammare ce l’ha fatta: i play-off sono realtà, per quello che potranno contare ai fini della promozione.

In panchina va il Direttore Sportivo Pino Aniello, in luogo di mister Domenico Izzotti (presente in tribuna) sospeso dal presidente Amedeo Pignotti alla vigilia della partita più importante dell’anno.

I biancazzurri partono all’attacco contro una formazione, l’Arrone, già salva e che dimostrerà perché ha la peggior difesa del girone F.

Al 3′ Napolano segna di testa, ma il gol viene annullato per un fuorigioco apparso palesemente inesistente, tranne che al guardalinee.

Il Grottammare aggredisce l’Arrone che non riesce nemmeno ad uscire dalla propria metà campo, ma, incredibilmente trova il vantaggio al 10′: Virgilio scocca un insidioso tiro da oltre trenta metri e Domanico forse accecato dal sole non riesce ad evitare il peggio. 0-1. Nonostante la bella giornata primaverile sul Pirani scende il gelo.

Il Grottammare sembra aver perso la verve iniziale e non succede più nulla fino al 33′ quando Napolano pesca Bucchi, che in area dribbla con gran classe due avversari e trafigge Tesomiero. 1-1.

Al 39′ Traini serve Bucchi che si coordina alla perfezione e gira al volo di sinistro: il pallone si insacca sotto l’incrocio più lontano. Gol da cineteca: tutto il Pirani si stropiccia gli occhi. 2-1. Quattordicesimo gol stagionale per il bomber.

Ad inizio ripresa il Grottammare, mai sembrato tanto motivato come oggi, dimostra di voler chiudere la partita, continuando ad attaccare a testa bassa. Al 72′ arriva il terzo gol: punizione a rientrare di Curzi per Traini che insacca di testa. 3-1.

Al 76′ Pasquini scatta sul filo del fuorigioco, porta a spasso un paio di avversari e scarica per Traini che dal limite dell’area fulmina il portiere ospite con un bolide terrificante. 4-1. Per il capitano i gol salgono a quota undici, davvero tanti per un centrocampista.

Nel finale c’è tempo per l’ininfluente gol ospite di Virgilio che fissa il risultato sul 4-2.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 969 volte, 1 oggi)