SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Concordia mon amour: dopo l’inaugurazione del 30 aprile con “Il Passo dell’Anima“, che ha visto interpreti il baritono Andrea Concetti e l’attrice Lella Costa, che hanno reinterpretato la vita di Carlos Gardel, una delle figure più controverse della musica rioplatense (Concetti si è infine esibito in una toccante versione di “Nuttate de lune“, il cui video è riprodotto sull’icona sulla destra), scroscianti applausi hanno accompagnato lo spettacolo teatrale “Lu suldate spaccò”, portato sul palco dalla Ribalta Picena, su un testo di Divo Colonnelli, riadattato dall’opere Miles Gloriosus di Plauto).

Davvero ottima l’esibizione di tutti gli attori (anche qui, video sintetico accessibile dalle icone a destra), e l’allestimento scenico curato dal regista Alfredo Amabili. La verve del dialetto applicata ad un racconto dell’Antica Grecia ha conferito un ovvio umorismo alla messa in scena (“Vu’ mette Roccacannuccia co’ Efeso?“, si è addirittura sentito dire), ma veramente quello che ha colpito tutti i presenti (315, con il teatro al completo, a fronte delle 1500 richieste ufficialmente pervenute, senza contare tutti coloro che non sono riusciti a prenotarsi…), è stata la maestria di attori che, difficilmente, possono essere definiti dilettanti. Li citiamo: Riccardo Mandolini, perfetto nel ruolo dello Spaccò Pirgopolinece, Giancarlo Brandimarti (Palestrione), Lorenzo Nico, Francesco Casagrande, Chiara Cesari, Gianluca Cesari, Carla Civardi, Maria D’Amato, Giuseppe Ricci, Maria Antonietta Del Zompo. Notevoli anche i costumi realizzati da Anna Bruni.

Una piccola nota polemica: la serata inaugurale era riservata alle sole autorità, ma abbiamo notato la sala vuota per quasi un terzo (probabilmente, qualcuno degli invitati non è potuto essere presente). Forse sarebbe stato più consono riservare alle autorità non più delle canoniche tre o quattro file, al massimo, e permettere ai tanti “normali” cittadini interessati di assistere allo spettacolo; politici, dipendenti comunali e giornalisti hanno sì, per dovere di rappresentanza e lavoro, necessità di presenza. Però, è meglio non esagerare…

Comunque, si registra il tutto esaurito anche per lo spettacolo del 3 maggio di Cristian Maria Giammarini e dell’8 maggio con Alessandro Preziosi.

Per assistere allo spettacolo di domenica pomeriggio, 4 maggio, alle ore 17.30 dedicato ai più giovani con la rappresentazione dell’Isola del Tesoro Rock, sarà possibile recarsi direttamente al botteghino del Teatro Concordia a partire dalle ore 16.30 fino ad esaurimento degli ultimi posti disponibili.

Ancora pochi posti sono inoltre disponibili per i seguenti spettacoli:

– lunedì 5 maggio ore 21.15 il Teatro canzone di Panghea con Sabbie Nomadi;

– martedì 6 maggio ore 21.15 il film La Zona in collaborazione con il Cineforum Buster Keaton;

– mercoledì 7 maggio ore 21.15 il concerto di Lito Fontana aal trombone con accompagnamento al pianoforte di Michael Schoch;

venerdì 9 maggio ore 21.15 Comunista! del Laboratorio Teatrale Re Nudo – La Bottega del Teatro, atto unico di Angelo Ferracuti;

Tutti gli spettacoli sono ad ingresso libero con prenotazione telefonica ai seguenti numeri 0735 794460 – 794438, prenotazione che ripartiranno da lunedì 5 maggio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.025 volte, 1 oggi)