SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Tre risultati ad occhiali conditi da calci di rigore finali nelle partite del triangolare del 7° Memorial Masicci tenutosi dalle ore 15 al campo sportivo “Sabatino D’Angelo” in zona Agraria che ha visto affrontarsi Sambenedettese, Grottammare e Centobuchi.

Ogni partita si svolgeva in un’unico tempo da 60 minuti. Tre i punti attribuiti alla vittoria e zero per la sconfitta nel tempo regolamentare, mentre in caso di calci di rigore erano previsti due punti per i vincitori ed uno per gli sconfitti.

Ad aprire la manifestazione è stata Centobuchi-Grottammare. La squadra di Marocchi ha tenuto maggiormente il pallino del gioco, ma sono stati gli uomini di Izzotti a renderesi più pericolosi con Bucchi e lo juniores Coccia che ha colto un clamoroso incrocio dei pali con un gran tiro da oltre trenta metri. Nell’ora di gioco il risultato non si sbloccava e ai rigori avevano la meglio per 4-2 De Amicis e soci, complici gli errori grottammaresi di Polenta e Coccia.

Si giocava quindi Grottammare-Samb, con i rossoblu orfani di Cia e Curiale di ritorno dall’Austria dopo la nazionale, Palladini, Alfageme, Loseto , Giorgino e Camisa a riposo. La partita, piuttosto alla camomilla, si chiudeva sullo 0-0 e dagli undici metri ad avere la meglio era il Grottammare per 4-3 grazie ali errori di Stillo, Alteri e Vitiello.

Samb-Centobuchi chiudeva il torneo. Grandi prove di Moi e Morini fra i rossoblu più volte vicini al gol ma ancora una volta l’ora di gioco non era sufficiente a stabilire un vincitore. Nella roulette dei rigori nella vittoria della Samb per 5-3, risultava decisivo il portiere della Berretti Fabrizio Bordoni che, parando il penalty del bomber biancocelste Cacciatore, regalava la vittoria ai suoi.

Quest’ultimo risultato sanciva la perfetta parità fra le tre squadre figuranti con tre punti ciascuna in classifica.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.349 volte, 1 oggi)