SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Riviera della coca: non si fermano gli interventi, gli arresti e i sequestri dei Carabinieri, che in poco più di dieci giorni hanno condotto cinque operazioni ai danni di spacciatori, arrestando complessivamente 14 persone. L’ultimo intervento è avvenuto il 27 aprile: sono stati arrestati gli albanesi Erjon H, 25 anni, pregiudicato residente a Martinsicuro, e Enrick L. 29 anni, albanese in stato di clandestinità.
L’operazione, condotta nelle ultime settimane dai Carabinieri della Monsampolo e di San Benedetto, ha visto l’irruzione dei militari dell’Arma nell’abitazione dei due albanesi – un lussuoso condominio nel centro di San Benedetto – grazie ad uno stratagemma. A nulla sono valsi i tentativi dei due di disfarsi degli stupefacenti. Sono così stati sequestrati 150 grammi di cocaina purissima e 1250 euro in contanti, materiale per taglio e confezionamento delle dosi, un bilancino di precisione.
I due malviventi sono stati poi tradotti nel carcere di Marino del Tronto.
Le varie operazioni condotte negli ultimi giorni – e, altre, probabilmente, che avverranno prossimamente – stanno permettendo di portare in luce un fiorente traffico illegale di stupefacenti, prima di tutto cocaina, ma anche eroina e hashish, il cui smercio avviene nell’area che va da Cupra Marittima a Monsampolo del Tronto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.847 volte, 1 oggi)