SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ecco le opinioni dei presidenti delle due squadre e di mister Ugolotti.

E’ un Gianni Tormenti sorridente quello presentatosi in sala stampa nel dopo partita: «Salvo qualche rara eccezione ho visto sempre grande impegno da parte di tutti i miei giocatori durante tutta la stagione. Forse è stato eccessivo il mio sfogo dopo la partita di Massa. Non siamo ancora sicuri della salvezza, visto che il Lanciano ha fatto ricorso con la speranza di vedersi ridurre la penalizzazione: mercoledì ci sarà la sentenza. Poi ci dovremo preoccupare della questione stadio: fra due mesi c’è l’iscrizione al prossimo campionato il tempo stringe».
Cose fatte per il rinnovo del contratto di Fabio Visone?

«Nel contratto era prevista una clausola che concedeva alla società l’opzione di allungarlo per un’ulteriore stagione. Abbiamo deciso di puntare su di lui perché nello scorso campionato ha dimostrato di essere un grandissimo giocatore, un lusso per la categoria. L’anno prossimo avremo il vantaggio di partire da un organico di sedici giocatori di proprietà ai quali potrebbero aggiungersi quelli in prestito che cercheremo di trattenere in ogni modo».

Non è sembrato molto soddisfatto della prestazione della sua squadra e della partita in sé, il presidente anconetano Sergio Schiavoni: «Era un derby importante e visto che entrambe le squadre dovevano vincere per i rispettivi obiettivi, mi sarei aspettato una partita più divertente e molto combattuta per tutti i novanta minuti. Il primo tempo è stato accettabile, nella ripresa invece mi sono davvero annoiato: il ritmo è andato scemando col passare dei minuti. L’ultimo quarto d’ora è stato davvero penoso: non vedevo l’ora che l’arbitro fischiasse la fine. Forse i miei giocatori hanno pensato di venire a fare una “gitarella” in riva al mare piuttosto che una partita di calcio. Questo pareggio ci costringe a battere il Taranto domenica prossima per ottenere il secondo posto. Tuttavia sono ottimista in chiave play-off ».

Si dice soddisfatto dei suoi l’allenatore rossoblu Guido Ugolotti: «Devo fare un plauso alla mia squadra perché oggi non era facile: avevamo di fronte una squadra fortissima e avevamo a disposizione solo tre centrocampisti di ruolo. Diversi dei nostri giocatori scesi oggi in campo non avevano i novanta minuti nelle gambe e si è visto nel secondo tempo quando siamo calati vistosamente»,

Un bilancio della stagione: «Questa squadra avrebbe potuto ripetere il bel campionato dell’anno scorso, ma purtroppo ci siamo sbloccati tardi. Ci può stare quando si lavora con i giovani: per molti di loro era la prima volta in una piazza così importante e all’inizio hanno sofferto la pressione».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.178 volte, 1 oggi)