ANCONA – Chiamatelo pure derby delle assenze. Tante, da ambo le parti. Incerottata la Samb, rimaneggiata l’Ancona. Forfait pesanti. Chissà se ne risentirà lo spettacolo. Le due squadre in ogni caso hanno bisogno di smuovere la classifica. Salvezza e play off, questi gli obiettivi di rossoblu e biancorossi. L’ago delle due bilance guarda verso parti opposte.

QUANTE ASSENZE La squadra di Monaco è nel ritiro di Giulianova da venerdì sera e stamattina (sabato) ha sostenuto la consueta seduta di rifinitura. Nel capoluogo sono rimasti i vari Caremi (labirintite), Anderson (operato al ginocchio due settimane fa; per lui stagione finita), De Sousa (tallonite), Albanese (problemi alla schiena) e, soprattutto, Piccoli, fermato da uno stiramento alla coscia.

Monaco insomma dovrà letteralmente reinventarsi centrocampo e attacco. Rientrano per lo meno il portiere Guarna e l’attaccante Nassi, il quale affiancherà Mastronunzio. Dubbio in difesa, con Baldanzeddu che ha una caviglia in disordine. L’ex Avellino, non dovesse farcela, sarà rimpiazzato da Olivieri.

FORMAZIONE Ancona schierata nel canonico 4-4-2: Guarna tra i pali, difesa con, da destra verso sinistra, Di Fausto, Olivieri (o Baldanzeddu), Fanucci e Rizzato; in mediana Anaclerio e Schiattarella saranno affiancati da Cazzola e Fialdini; in avanti infine il tandem Mastronunzio-Nassi.

TIFOSI Sei i pullman allestiti dai gruppi organizzati. Molti tifosi raggiungeranno San Benedetto a bordo di mezzi privati. In Curva Sud vedremo circa 850 sostenitori biancorossi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 572 volte, 1 oggi)