MARTINSICURO – Una donna di 29 anni è stata stuprata e malmenata da un criminale 45 enne di origine moldava, Alexandru Ciochine, clandestino sul suolo nazionale.
Accade nella serata di giovedì nella frazione di Villa Rosa, nei pressi di via Franchi: l’uomo è stato arrestato poco dopo dai Carabinieri di Alba Adriatica grazie alla descrizione fornita dalla vittima che nonostante lo choc ha saputo chiedere aiuto chiamando il 112.

Lo stupratore ha trascinato la donna in un cantiere edile vicino alla scuola materna di Villa Rosa, all’interno del quale le ha usato violenza.
Il criminale è stato arrestato nella sua abitazione poco distante.
La giovane, originaria di Martinsicuro, ha poi raggiunto la casa di un amico, da dove ha avvertito i Carabinieri della vicina cittadina di Alba, che hanno agito sotto le direttive del capitano Pompeo Quagliozzi.
La donna è riuscita a fornire elementi molto precisi sui tratti somatici dello stupratore e anche sul suo abbigliamento.
Una volta giunti nell’abitazione del moldavo al secondo piano di un palazzo poco distante dal luogo dello stupro, i militari hanno sorpreso Ciochine mentre tentava di disfarsi della maglietta che indossava poco prima. Lo hanno immediatamente arrestato e condotto in carcere a Castrogno (Teramo.
La ragazza è stata condotta al Pronto Soccorso dell’ospedale di Sant’Omero, dove i medici hanno certificato l’avvenuto stupro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.416 volte, 1 oggi)