PESCARA – Il presidente del Pescara, Gerardo Soglia, si è dimesso subito dopo la decisione della Commissione disciplinare che ha inflitto due punti di penalizzazione alla società abruzzese per il ritardato pagamento degli stipendi di maggio e giugno 2007, periodo nel quale Soglia non era neppure azionista della società. Il presidente dei biancazzurri ha commentato: «Faremo ricorso alla Corte di Giustizia Federale, ma comunque vada sono nauseato da questo calcio e mi dimetto. Garantirò la normale amministrazione e gli impegni presi fino al 30 giugno 2008, dopodiché la società sarà messa in vendita».
Il Pescara era già stato penalizzato a inizio stagione di un altro punto. Con questa ulteriore penalizzazione scende a 48 punti, passando al settimo posto, dietro al Crotone, e, per il momento, fuori dalla zona play-off.
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.112 volte, 1 oggi)