SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Una celebrazione della Festa della Liberazione che vuole coinvolgere l’intera città quella organizzata dall’amministrazione comunale: ricca di eventi che si evolvono dalle classiche commemorazioni per avvicinarsi alla cittadinanza e coinvolgerla in prima persona.
Hanno illustrato il progetto il sindaco Giovanni Gaspari, l’assessore Margherita Sorge e Pier Mario Maravalli di Piceno Eventi.
«Quella del 25 aprile è una delle feste più importanti per il nostro Paese e merita una particolare valorizzazione. Complice il lungo ponte, abbiamo voluto arricchire le classiche cerimonie celebrative, con una serie di eventi ludici, culturali e sportivi che coinvolgessero tutti: la città si propone e si offre completamente ai suoi cittadini» spiega il sindaco. E come sottolinea l’assessore Sorge «L’aggregazione e lo spettacolo saranno la cornice del momento riflessivo e celebrativo».

La manifestazione si aprirà giovedì 24 aprile alle ore 18:00 con la presentazione del libro “Prigionieri alleati: cattura, detenzione, e fuga nelle Marche 1941-1944” di Giuseppe Milozzi.
Giornata ricca di eventi venerdì 25: si inizierà alle 9:30 con la proiezione del documentario sui prigionieri di guerra in Italia “Pow” , introdotto da Costantino Di Sante. Al termine, i consueti cortei e la deposizione di corone sui monumenti ai caduti.
Alle 11:00, in Piazza Giorgini, un momento ludico dedicato per i più giovani.
Grande chiusura di giornata alle 21:30 con il Concerto, alla Rotonda Giorgini, di Ambrogio Sparagna, organizzato in collaborazione con Piceno Eventi. «Abbiamo scelto il maggiore rappresentante e studioso della musica popolare italiana. Sparagna, oltre ad essere un musicista, è un etnomusicologo e con i suoi spettacoli ha portato la cultura popolare italiana in tutto il mondo» puntualizza Maravalli.
Lo spettacolo, intitolato “Tarantella D’Amore” è appunto una rappresentazione ispirata e dedicata alla musica e ai balli popolari dell’Italia centro-meridionale e come sottolinea l’assessore Sorge «Il senso della manifestazione è perfettamente in linea con il recupero della cultura popolare». Per dare spazio anche a giovani emergenti, il gruppo sarà spalleggiato da una cover band locale, i Destini Incrociati.
Sabato 26 e domenica 27 alle ore 10:00, due appuntamenti con lo sport: Liberi di correre (sabato) e Liberi di andare in bici (domenica). In collaborazione con le associazioni sportive locali, è stato previsto un percorso che da viale Buozzi (Piazza Giorgini) si snoderà per un tratto del lungomare.

Per tutta la durata della manifestazione, i musei locali saranno aperti al pubblico, che potrà partecipare a visite guidate organizzate per l’occasione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.182 volte, 1 oggi)