SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Niente stipendi per i calciatori della Samb: non è un salto all’indietro ai periodi bui della società rossoblu, ma una decisione presa dal presidente Gianni Tormenti a seguito degli ultimi risultati (un punto in due gare contro due dirette avversarie), «ma soprattutto riguardo la partita di domenica scorsa».

«Parlerò con chi di dovere, e poi decideremo il da farsi» spiega Tormenti, che aggiunge: «Il campionato dura 34 partite, e non trenta: se io pago i miei calciatori per undici mesi, loro devono impegnarsi per altrettanto, e non rilassarsi come invece avvenuto».

«Certo, è un segnale forte che invio alla squadra – conclude il presidente – perché mi aspetto che già domenica prossima, contro l’Ancona, i ragazzi capiscono l’importanza dell’incontro».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.553 volte, 1 oggi)