SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Non è mancata l’emozione all’attuale amministrazione comunale nell’annunciare l’attesa riapertura del Teatro Concordia, che è prevista il 30 aprile. Il sindaco Gaspari e l’assessore alla Cultura Margherita Sorge hanno confermato la data fatidica in cui il travagliato percorso storico del teatro sembra giungere a un più felice evento: la restituzione della sala di 314 posti, ristrutturata in stile anni ’50 dall’architetto Farnush Davarpanah, alla città di San Benedetto.

L’impegno oneroso, circa 2 milioni e mezzo di euro, ha determinato lunghi e gravosi ritardi alla ristrutturazione e riapertura del teatro. Il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno è stato di circa 131 mila euro ed è stato «elemento fondamentale dell’impegno – ha dichiarato il presidente Vincenzo Marini Marini – nella creazione di valore aggiunto a beneficio della comunità». Nel caso del Teatro Comunale Concordia il valore aggiunto è rappresentato dal riappropriarsi della città di un contenitore adeguato in grado di accogliere un’offerta culturale ampia e variegata, in assenza del Cineteatro Calabresi e in continuazione della collaborazione che proprio da un anno è iniziata con Grottammare e il suo Teatro delle Energie.

E come nasceva nel 1827 con il nome di “Concordia” a suggellare una riconciliazione cittadina con la vicina Grottammare, si è scelto di inaugurare il teatro con spettacoli gratuiti, con l’obbligo di prenotazione, che hanno come filo conduttore il territorio: artisti locali, quindi, accanto a nomi di levatura nazionale, come Lella Costa e Alessandro Preziosi. Un cartellone spalmato su una settimana intensa di spettacoli, dal 30 al 9 maggio.

Dopo l’inaugurazione mercoledì 30 alle ore 18, aprirà il festival alle ore 21 il basso grottammarese Andrea Concetti che accompagnerà la voce narrante di Lella Costa in “Il passo dell’anima”, viaggio nell’essenza profonda dell’Argentina, attraverso la musica del tangeros Carlos Gardel, una delle figure più misteriose della musica rioplatense. Lo spettacolo che è in tournée nelle principali città italiane è un omaggio del grottammarese Concetti e sarà esclusivamente a invito.

A seguire gli spettacoli saranno tutti gratuiti, previa prenotazione al Servizio Cultura (0735/794460-794438): giovedì 1° maggio, alle 21.30, sale sul palcoscenico la Compagnia Teatrale Ribalta Picena con lo spettacolo Lu soldate spaccò, traduzione in vernacolo di Divo Colonnelli del “Miles Gloriosus” di Plauto.

In collaborazione con l’Associazione Franz Schubert, venerdì 2 maggio, alle 21.30, suonerà il “Trio Bettinelli”, l’Ensemble di tre giovani musicisti talentuosi guidato dal maestro Felice Cusano.

Sabato 3 maggio, sempre alle 21.30, sarà la volta dello spettacolo “Io non sono solo”, una sinfonia teatrale di poesia, prosa e cabaret con Cristian Maria Giammarini.

La Compagnia Cerchio di Gesso propone, domenica 4 maggio, alle 17.30, “L’isola del tesoro (rock)”, dall’omonimo romanzo di Stevenson, uno spettacolo nell’ambito del progetto Palcoscenico Marche – Futura Memoria 2008.

Lunedì 5 maggio, alle 21.30, va in scena “Sabbie mobili” della Compagnia musicale Panghea, dove la musica si intreccia alla teatralità in uno spettacolo sulla migrazione, da un soggetto e con la regia di Vincenzo Massetti.

Dalla collaborazione con il cineforum Buster Keaton, martedì 6 maggio, alle 21.15, ci sarà la proiezione di “La zona” di Rodrigo Plà, una coproduzione Spagna/Messico del 2007.

Il solista Lito Fontana, mercoledì 7 maggio, ore 21,15, terrà un concerto dal titolo “Il trombone virtuoso – dai valzer al moderno”, accompagnato al piano da Barbara Ferrari.

Un attore sicuramente famoso e apprezzato, Alessandro Preziosi, va in scena giovedì 8 maggio, alle 21.15, in “Il re degli interstizi”, un percorso nella poetica di Fernando Pessoa, accompagnato al pianoforte da Michele Di Toro.

Conclude il cartellone, venerdì 9 maggio, alle 21.15, lo spettacolo “Comunista!”, atto unico di Angelo Ferracuti, messo in scena dal Laboratorio Teatrale Re Nudo – La Bottega del Teatro, con Piergiorgio Cinì e Pierluigi Tortora e la regia di Alessandro Perfetti.

I ringraziamenti dell’amministrazione comunale vanno ai funzionari comunali del settore Lavori Pubblici Farnush Davarpanah, , Lanfranco Cameli, Sandro Vittori e Giuliano Calvaresi e al Servizio Cultura: Anna Mariangeli, Eleonora Paci e Lucia Carfagna. Gli sponsor degli eventi di riapertura sono l’Associazione Albergatori, la Banca Popolare di Ancona, e di Banca Popolare di Lanciano e Sulmona, Bollettini Spa, Ciotti e Di Bartolomeo, Col verde, Eusebi Arredamenti, Fiorenzo Massacci, F.lli Rinaldi, Giocondi Primo Srl, Gruppo Gabrielli, Imit Srl, Poltrona Frau e Pream Srl.

Ricordiamo di prenotare gli spettacoli chiamando il Servizio Cultura: 0735/794460-794438.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.088 volte, 1 oggi)