SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’area dove si trova la fatiscente struttura del vecchio e glorioso stadio “Fratelli Ballarin” sta per essere riqualificata. Chi non è d’accordo? Nessuno. Quella bruttura all’ingresso nord della città non ci fa onore.
Se ne parla da tanto tempo e in tanti hanno proposto soluzioni più o meno importanti e fattibili.
Con l’intervento economico della Fondazione Carisap sembra giunto il momento di prendere decisioni sul da farsi: benissimo. Questo l’antefatto di quello che sarà: «Ballarin, un’opera nel rispetto della città»
Il presidente della Fondazione Marini Marini: «L’architetto Bernard Tschumi proporrà la sua idea, l’ultima parola spetta al Comune». Entro settembre la donazione dell’area. Per il 2012 lavori conclusi»
“Prima l’area verrà donata, dopo inizieranno i lavori”. Perchè non dire invece: “Prima il Comune darà il suo benestare dopo inizieranno i lavori”, la donazione mi sembra una semplice formalità. O no?
«Abbiamo evitato un concorso di idee», ha detto Marini Marini. Ma il Concorso di idee avrebbe dovuto proporlo il Comune. O no? Lo stesso Marini Marini ha detto anche: «Non volevamo mettere il Comune di fronte al fatto compiuto» E perché un Concorso di idee sarebbe un fatto compiuto e non una serie di progetti “itineranti” sui quali anche il sempre più non considerato cittadino potrebbe esprimere magari una semplicissima opinione?
Insomma, secondo me, qualcosa non quadra, poi magari mi sbaglio e, ad opera compiuta, plaudirò alla bravura dell’architetto franco-svizzero e alla lungimiranza di Gaspari & C. Non lo escludo anche se a me il proverbio “A caval donato non si guarda in bocca”, non è mai piaciuto.
Da non trascurare comunque anche il parere di due nostri lettori e residenti nella zona nord di San Benedetto del Tronto.
Ssarb: «E’ una settimana che nella zona nord da via Manzoni a via Alfieri fino alla statale la pubblica illuminazione non funziona. Sindaco fai funzionare quello che abbiamo, il resto viene dopo. Se succede qualcosa di grave voglio vedere come vi giustificate. (19 Aprile 2008-20:35)
Patrick ci mette il carico: «Compresa via Marsala caro ssarb… buio totale, se attraversa un pedone non lo vedi e rischi di metterlo sotto. Questo mi è successo sabato sera per l’esattezza, è inaccettabile che in una zona cosi trafficata che porta verso il centro da una settimana non funzioni la pubblica illuminazione… sono senza parole (20 Aprile 2008-11:59).
Nella speranza che i miei dubbi si dissolvano nel nulla, mi auguro che Patrick e Saarb vengano esauditi e che la nostra città diventi sempre più bella e accogliente.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 730 volte, 1 oggi)