CUPRA MARITTIMA – La regione Sardegna, grazie alle risorse del Fondo Sociale Europeo, ha attuato il progetto di riqualificazione professionale Parnaso, rivolto a soggetti operanti nel settore museale, archeologico e culturale. Il corso in questione presenta una parte teorica e una pratica: quest’ultima si è tradotta in due settimane da vivere nella realtà culturale del Piceno e del Fermano, curate dalla cooperativa Idrea di Cupra Marittima che si occupa di servizi ambientali e culturali da 9 anni.

Andrea Mora, geologo e presidente di Idrea, è il respondabile del periodo di stage che gli aderenti al progetto stanno vivendo: «Quest’esperienza ha lo scopo di informare gli operatori culturali e museali della Sardegna, vogliamo spiegare ai nostri colleghi sardi come vengono gestiti, valorizzati e resi possibili i circuiti culturali e turistici del Piceno e del Fermano».

Spiega Mora: «La gestione dei nostri circuiti museali è particolarmente affine alla situazione gestionale sarda, ecco perchè il progetto proposto dalla cooperativa Idrea è piaciuto ed è stato scelto. Nel Piceno e nel Fermano – continua Mora – troviamo una sorta di mosaico policromo di sistemi gestionali vari e compositi. Questi musei sono gestiti infatti sotto diverse forme: volontariato, cooperative, consorzi, enti privati, oppure attraverso l’unione di più associazioni».

Gli iscritti a Parnaso hanno visitato i nostri più importanti siti museali, archeologici e artisticipresenti a Cupra, Montottone, Ripatransone, Ascoli Piceno, Spinetoli, Castel di Lama, Offida e San Benedetto.

Come sottolinea Andrea Mora, durante questa esperienza non ci si è limitati solo ad osservare: «L’artista Antonio Congiu, presente nel gruppo dei cagliaritani, ha creato presso la bottega Bozzi di Montottone, un vaso nuragico collegato al culto delle acque surgive, ispirato a Cupra, che trae il nome dalla dea delle Acque, la dea cupra appunto. Questo vaso – conclude l’organizzatore – è stato decorato nella sala d’arte di Castel di Lama del maestro Vittorio Amadio ed è stato infine omaggiato al vice presidente della Provincia durante la conferenza stampa del 10 aprile che si è tenuta ad Ascoli».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 820 volte, 1 oggi)