Da Riviera Oggi n. 723

RIPATRANSONE – Continua la nostra indagine per conoscere la situazione delle strutture ricettive ripane. Questa settimana abbiamo sentito la titolare del bed & breakfast “Il Roccolo”, piccola struttura situata nella frazione “Petrella”: immersa nel verde tra ulivi e pini centenari costituisce «un’oasi di tranquillità a prezzi accessibili», spiega la proprietaria, Milena Camerasi.

Sembra che non si prospetti una buona stagione estiva. La titolare ci dice: «Le conferme dei clienti degli anni precedenti garantiscono solo il lavoro per il mese di agosto. Ancora non abbiamo prenotazioni per il mese di luglio, riceviamo tante richieste di informazioni ma nessuna conferma. Siamo abituati a prenotazioni che si concretizzano solo all’ultimo minuto, ma questa stagione non è iniziata bene: per il periodo pasquale avevamo una prenotazione di tedeschi che volevano trascorrere dieci giorni nella nostra struttura, ma poi per problemi personali e forse anche per motivi meteorologici hanno rinunciato».

Anche questa struttura sembra dunque risentire del periodo di crisi generale che tutti lamentano: «Purtroppo nel territorio ripano i bed & breakfast continuano a crescere e i clienti diminuiscono. Il mare, il paesaggio, l’arte non sono sufficienti, occorre una politica di promozione in grado di attrarre gente. La nostra è una gestione di qualità – conclude la proprietaria Camerasi – offriamo un servizio attento e un ambiente accogliente e rilassante, cerchiamo di promuovere il territorio offrendo ai nostri clienti tutte le informazioni sui luoghi e le manifestazioni che si organizzano nei Comuni, nei borghi medievali tipici delle nostre zone. Cerchiamo anche di puntare sulla nostra tradizione culinaria: ai nostri clienti proponiamo delle colazioni con prodotti locali, genuini, naturali e biologici».
Eppure sembra non bastare.

Per leggere le altre interviste clicca qui

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 631 volte, 1 oggi)