MARTINSICURO – Poco meno di due mesi all’avvio della nuova stagione turistica, in cui amministrazioni comunali e operatori turistici testeranno l’esito delle politiche intraprese nel corso dell’anno per incentivare il numero di presenze nel territorio.

In una città decisamente a vocazione turistica come Martinsicuro, raccoglieremo, a partire da questa settimana, opinioni, proposte e suggerimenti degli addetti del settore sugli interventi da effettuare per rilanciare il settore vacanziero truentino.

Elemento imprescindibile dal turismo balneare è il Piano Spiaggia, di cui a Martinsicuro è stata approvata la variante lo scorso venerdì 11 marzo, in sede di Consiglio comunale, non senza polemiche e critiche su diverse decisioni prese dall’attuale amministrazione comunale che riguardano le attività di molti operatori del settore.

«E’ stato perpetuato un vero e proprio “delitto turistico” nei confronti dei campeggi di Martinsicuro – ha affermato Amedeo Corsi, dell’Associazione Campeggiatori Faita Abruzzo – dato che questi non sono considerati al pari delle altre strutture ricettive, per le difficoltà che incontriamo ad ottenere ombreggi in spiaggia». Nello specifico, in base alle disposizioni del Piano Spiaggia, mentre per gli alberghi è prevista l’assegnazione di tanti ombrelloni quante sono le stanze, per i campeggi si fa riferimento esclusivamente alla presenza di bungalow nell’area, senza conteggiare le aree di sosta e le strutture mobili. A Martinsicuro, quindi, si hanno centinaia di unità ricettive che ospitano turisti a cui non corrispondono altrettanti ombrelloni in spiaggia.

«E pensare che questa amministrazione ha fatto del rilancio turistico il proprio cavallo di battaglia – ha concluso Corsi – e poi adotta misure che vanno contro gli operatori del settore, e in particolar modo dei campeggiatori, che vantano nella nostra città strutture all’avanguardia e che negli ultimi anni hanno registrato continui trend positivi nelle presenze. Lo stesso campeggio Duca Amedeo, di cui Corsi è titolare, ha vinto il Royal Award 2006 come una delle migliori strutture europee per il turismo sostenibile, insieme ad altri 8 campeggi in Italia.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 900 volte, 1 oggi)