COSSIGNANO – Nell’iconografia San Giorgio è rappresentato in lotta con il drago, simbolo del male, ma il Santo in sella al suo bianco destriero è anche il patrono della cavalleria, ed espressione e simbolo della capacità della terra e di chi la coltiva, di ripristinare gli equilibri e risanare i mali del mondo. Il Comune di Cossignano festeggerà il suo patrono con una serie di appuntamenti: il 19 aprile si inaugurano i nuovi locali del Municipio e si aprono i festeggiamenti che si concluderanno il 25 aprile.
San Giorgio esprime la forza benevola e intrinseca del mondo che riconduce naturalmente agli equilibri della vita. Esprime il concetto della terra che se lasciata a se stessa ristabilisce gli equilibri per una pacifica convivenza tra le diversità, anche quando questa è turbata da forzature innaturali e non sostenibili operate dall’avidità dell’uomo, principio di ogni male.

Il programma dei festeggiamenti in onore di San Giorgio si apre sabato 19 aprile alle ore 17, presso il palazzo del Municipio dove sarà aperta al pubblico la sala conferenziale ed espositiva. A seguire l’inaugurazione della mostra “Rilettura di opere pittoriche del Rinascimento” dell’autore Donato Di Cocco, la mostra rimarrà aperta dalle ore 16 alle ore 20 fino al 27 aprile.
Alla manifestazione parteciperanno i sindaci Paolo D’Erasmo di Ripatransone, Andrea Campitoti di Certaldo e Roberto De Angelis di Cossignano.

Gli appuntamenti proseguono con la cerimonia di premiazione del concorso di poesie georgiche “T’amo, pio bove”, organizzata per domenica 30 aprile alle ore 15, presso la palestra comunale. Partecipa la Scuola media statale “Leonardo Da Vinci” di Colleferro (Roma) con lo spettacolo musicale “Trenta, quaranta …. tutta la scuola canta”.
Al concorso di poesie georgiche hanno partecipato gli alunni delle classi di quarta e quinta della scuola primaria di Ripatransone, Cossignano e Montefiore dell’Aso. Le caratteristiche dei componimenti poetici sono in stretta adesione al tema della poesia georgica: il senso della natura, la coscienza della dignità della vita contadina, la convinzione del significato morale del lavoro.
L’edizione 2008 del concorso è stata inserita nel progetto della Provincia di Ascoli Piceno dal titolo “Piceno: terra di poesia”, che prevede iniziative in cui la parola poetica viene coniugata con altre forme artistiche. Il progetto provinciale rientra nell’ambito dell’Accordo di programma quadro “Giovani ri-cercatori di senso” sottoscritto dal Ministero delle Politiche Giovanili e dalla Regione Marche.

Il convegno sul Programma di Sviluppo Rurale 2007/2013 previsto per lunedì 21 aprile alle ore 20.30, nella sala conferenziale ed espositiva del palazzo Municipale approfondirà il tema dell’insediamento dei giovani agricoltori, dell’ammodernamento delle aziende agricole e della diversificazione delle attività. Partecipano le autorità pubbliche locali e l’assessore regionale all’Agricoltura Paolo Petrini.

Anche la gastronomia avrà un ruolo importante all’interno dei festeggiamenti: realizzati per questa particolare occasione, i menu turistici “San Giorgio”, saranno disponibili dal 19 al 25 aprile presso l’agriturismo “Fonte Orfeo” (073598440), il ristorante “Il Ponte” (073598151), l’osteria “Castello de Marte” (073598108), il ristorante “Elvira” (073598169).
Per informazioni: Comune di Cossignano 073598130; comune.cossignano@libero.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 659 volte, 1 oggi)