SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Prorogati al due maggio i termini per la scadenza della procedura di messa in mobilità dei lavoratori della Foodinvest. Fra quindici giorni si farà piena luce sull’esito della trattativa fra la Malavolta Corporate e la Green Garden, cordata imprenditoriale rappresentata dal manager del gruppo Berni Alessandro Pignoletti, interessata all’affitto e al rilancio produttivo dello stabilimento di surgelati vegetali.
Slitta così il ventilato avvio della cassa integrazione guadagni straordinaria per gli 86 dipendenti della ex Surgela. Una soluzione prospettata quando ancora la trattativa fra Malavolta Corporate e gruppo Pignoletti era in embrione o quasi.
«Se andrà in porto l’affitto dello stabilimento avremo come interlocutore il nuovo vertice imprenditoriale, altrimenti il due maggio si imboccherà la strada della cassa integrazione per un anno, con la motivazione della procedura concorsuale in corso»; è questa la valutazione di Stelio Bartolomei, segretario della Flai Cgil.
Fino al due maggio il reddito dei lavoratori sarà “coperto”. Il sindacalista della Cgil spiega che la Malavolta Corporate ha assunto l’impegno di pagare un periodo di ferie per quei dipendenti che hanno ancora a disposizione i giorni di riposo. Per coloro che non ne hanno, l’azienda assicurerà dei permessi retribuiti.
In questi quindici giorni sarà assicurata la presenza costante in azienda di un presidio di elettricisti e di addetti alla sicurezza dei macchinari, per evitare ogni rischio di deterioramento delle linee di produzione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 991 volte, 1 oggi)