SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Traffici commerciali, sbarchi di pirati, confronto di tradizioni. Il Mare Adriatico ricorda tutto questo e anche di più.
Da sempre incontro e scontro di diverse civiltà e culture, sarà l’oggetto principale della mostra cartograficaCambio di Rotta”, organizzata dal progetto di sviluppo turistico Adriatic Sideways e dal Comune di San Benedetto del Tronto.
Dal 18 aprile al 4 maggio presso la palestra dell’Istituto AlberghieroFilippo Buscemi” di San Benedetto, verrà infatti allestita una mostra di antiche cartografie delle rotte piratesche sull’Adriatico, volte a riproporre le atmosfere marinare di un tempo e a riportare alla luce la verità storica sulle incursioni dei pirati sulla nostra terra. Attraverso lo studio delle rotte marittime commerciali si vogliono evidenziare le radici storiche di un legame e di un’identità multipla che ha tuttavia un comune denominatore: l’ “adriaticità”.
Le carte nautiche presenti saranno acquerellate o a stampa, carte manoscritte dello Stato Pontificio e del Regno di Napoli, una “Rosa dei Venti” del 1477, un’inedita “Pianta dei luoghi di qua e di là del Tronto da Ascoli fino al Mare Adriatico”, databile tra fine ‘600 e inizio ‘700 e carte geografiche della nostra penisola o dell’intera Europa.
La mostra, con ingresso gratuito e aperta dalle 10 alle 13 e dalle 16,30 alle 19,30, si colloca in un circuito di manifestazioni a tema, teso ad avvicinare visitatori di ogni fascia di età e a realizzare un vero e proprio percorso didattico.
Per questo motivo sempre il 18 aprile, dalle 9 alle 13, presso l’auditorium della biblioteca comunale, si terrà il seminario “Esperienze di gusto: viaggio all’interno delle tradizioni gastronomiche e storico letterarie tra le due sponde dell’Adriatico”, al quale parteciperanno esperti di enogastronomia, ma anche storici e letterati che tracceranno un percorso volto a delineare i contorni delle identità adriatiche, individuandone sia i punti di contatto che le divergenze.
Infine, sabato 3 maggio dalle ore 10 alle ore 18 si terrà presso la Rotonda Giorgini, un’infiorata rappresentante scene e simbologie piratesche, preceduta da una simulazione di sbarco di pirati.
Il progetto di sviluppo turistico Adriatic Sideways si caratterizza per una forte integrazione tra i settori del turismo, della cultura marinara e dello sviluppo locale e ha come intento quello di sviluppare un modello innovatore di qualificazione dell’offerta turistica e di sviluppo del turismo sostenibile allo scopo di promuovere e valorizzare il patrimonio naturale, culturale e sociale delle città marinare dell’Adriatico. Il modello di azione prevede la partecipazione di una rete di soggetti, quali istituzioni pubbliche, imprese locali, istituzioni scolastiche, associazioni, per condividere strategie comuni di valorizzazione e riscoperta delle identità locali.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.605 volte, 1 oggi)