Da Riviera Oggi n. 722

ACQUAVIVA PICENA – «Riconosciamo le nostre colpe»: Roberto Fulgenzi, assessore ai Lavori Pubblici e all’Ambiente di Acquaviva, ammette l’evidente trascuratezza dell’amministrazione rispetto al sito internet ufficiale del Comune, che non viene aggiornato addirittura dal 2006. La notizia, evidenziata da Riviera Oggi dello scorso 17 marzo, ha provocato dunque la reazione di Fulgenzi, il quale, garantisce che prima dell’estate il sito di Acquaviva (www.comuneacquavivapicena.it) sarà debitamente aggiornato. Infatti, già nei mesi scorsi il Comune si era rivolto a dei ragazzi per avere una nuova versione del portale.

Fulgenzi ravvisa l’intervento come una delle priorità dell’amministrazione comunale: «Certo, se continuassimo così rinunceremmo a una vetrina fondamentale per la promozione del paese e soprattutto priveremmo i nostri cittadini di un servizio importante, come ad esempio la possibilità di scaricare via internet la modulistica o avere informazioni sulle aliquote delle imposte comunali».
«Siamo consapevoli di creare un disagio – continua l’esponente della maggioranza – abbiamo cercato di aggiornare il sito ricorrendo alle prestazioni di alcuni studenti che, sono in grado di provvedere all’intervento. Però, siamo stati costretti a posticipare l’aggiornamento per motivi burocratici, in quanto i ragazzi non potevano emettere delle fatture che giustificassero la nostra spesa».

Lunedì 31 marzo il consiglio comunale di Acquaviva ha approvato il bilancio 2008 e ha stanziato i fondi per l’adeguamento del sito. Quindi, ormai, non ci dovrebbero essere più ostacoli: «Volevamo offrire un’opportunità a dei giovani ragazzi, dare la possibilità di guadagnare qualcosa a degli studenti, e insieme risparmiare dei soldi, ma abbiamo visto che la soluzione non era quella giusta. Nelle prossime settimane contatteremo dei professionisti che, magari pagheremo molto di più ma che almeno riusciranno a garantirci un aggiornamento del sito».

L’indirizzo www.comuneacquavivapicena.it, già diverso da quello adottato da tutti gli altri comuni (che prevede l’indicazione della città ma anche della sigla della provincia), rinvia a una piattaforma che l’assessore Fulgenzi ritiene comunque graficamente valida e «se modifiche dovranno esserci per ora si limiteranno al semplice aggiornamento dei dati, che saranno forniti dagli stessi assessori. Il Comune non possiede un proprio ufficio stampa, e dunque tutto ciò che riguarda la storia, i percorsi turistici, le manifestazioni in programma, ma anche la modulistica e le informazioni sulle attività della giunta dovranno essere inserite dai diretti interessati, perché non possiamo pensare di delegare tutto a persone estranee».
Un Comune che vuole offrire sempre maggiori servizi ai cittadini, che vuole governare e promuovere un paese la cui principale risorsa è costituita dal turismo, non può permettersi un sito fermo al 2006.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 761 volte, 1 oggi)