SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «La Sentina sembra essere una terra di conquista. Non si è ancora diffusa, nella mentalità collettiva, l’idea di vedere quell’area come un parco, un’area protetta che va valorizzata». Questo è lo sfogo di Pietro D’Angelo, presidente del comitato di indirizzo del Parco della Sentina, all’indomani degli ennesimi casi di atti vandalici ai danni della Torre del Porto, un edificio del 1500, deturpato da ignobili scritte.

I problemi per il neonato parco non sembrano finire qui: non diminuisce la quantità di rifiuti che, giornalmente, vengono illegalmente scaricati in quella zona e continuano i tagli illegali alle essenze arboree del territorio (l’ultimo episodio risalirebbe al 5 marzo scorso quando vennero abbattuti ben 16 pioppi). L’unica soluzione rimane quella di invocare l’aiuto delle forze dell’ordine, che secondo Pietro D’Angelo, non si curano della sicurezza della zona. «Il 4 giugno del 2007 abbiamo scritto alla Prefettura – spiega D’Angelo – per avere un incontro con le autorità di Polizia allo scopo di ottenere una maggiore sorveglianza. Per ora, dopo circa 1 anno, non c’è stato nessun incontro con le autorità, a cui noi rinnoviamo l’invito ad occuparsi maggiormente della sicurezza del Parco».

Il Comitato intanto ha eseguito una denuncia per ignoti riguardante gli atti vandalici della Torre del Porto, per il quale è stato chiesto il rilascio del vincolo “storico architettonico”, da attribuire a quest’opera di importante valore.

Mentre si attende la fine del corso per le future Guardie Ecologiche, che saranno operative alla fine del 2008, Pietro D’Angelo fa un appello ai cittadini residenti in zona affinché vigilino accuratamente sul Parco: «Visto che la Sentina appartiene anche alla collettività, io chiedo ai residenti di effettuare una piccola vigilanza sull’area protetta, avvertendo tempestivamente le autorità o il Comitato di Indirizzo se vengono a conoscenza di reati che possano danneggiare la Riserva».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 796 volte, 1 oggi)