MARTINSICURO – Il rapporto “Ecoscuola 2008” stilato da Legambiente fa luce sulle condizioni dell’edilizia scolastica italiana e sulle politiche ambientali attuate nei vari istituti della penisola. Nella classifica generale la provincia di Teramo figura al 78 posto – su 87 – per le politiche ecosostenibili e per la qualità dei servizi scolastici offerti agli alunni.

Abbiamo voluto riproporre alcune delle stesse domande del questionario di Legambiente agli istituti scolastici di Martinsicuro, per conoscere a livello strettamente locale con che tipo di strutture e servizi si debbano confrontare i ragazzi truentini nella scuola dell’obbligo.
Dalle risposte fornite dalle direzioni scolastiche si evince che Martinsicuro ha una realtà ecosostenibili più accentuata rispetto ai dati emersi a livello provinciale e nazionale.
I 7 edifici scolastici che accolgono i 1523 alunni (313 della scuola dell’infanzia, 750 delle elementari e 440 delle medie) sono stati attrezzati nel corso degli anni con tutte le dovute misure di sicurezza, dai certificati di prevenzione incendio (in Abruzzo presenti solo 12,5% dei casi) alle scale di sicurezza (53,42%), alle porte antipanico (87%) alle regolari prove di evacuazione, unica caratteristica che accomuna il 100% degli edifici scolastici abruzzesi.
Tra gli interventi di manutenzione straordinaria è in programma il rifacimento del tetto della scuola media di via Battisti, anche se i tempi di realizzazione non sono ancora stati definiti.

Per quanto riguarda invece le politiche ecosostenibili le scuole di Martinsicuro effettuano la raccolta differenziata dei vari materiali. La carta è l’elemento ovviamente più utilizzato – nelle aule delle scuole medie c’è un contenitore apposito per la raccolta in ogni aula – ma si fa attenzione a selezionare attentamente anche gli altri materiali come plastica, vetro e alluminio, ed elementi da ufficio. La scuola elementare ricicla anche l’umido, mentre negli uffici si utilizza carta riciclata e cartucce per stampanti e toner ricaricabili.

Scarse invece sono le fonti di energia alternativa utilizzate: in nessun edificio sono usate lampadine a basso consumo e fonti di energia alternative: nel 2006 sono stati installati i pannelli solari nell’edificio della scuola elementare in piazza Cavour, ma l’impianto non è ancora attivo.

Numerose sono poi le iniziative perseguite dalle due direzioni scolastiche per la sensibilizzazione degli alunni al rispetto dell’ambiente: periodiche collaborazioni con la Scuola Blu di Martinsicuro sui vantaggi della raccolta differenziata, il progetto Energiochi della Regione Abruzzo, l’iniziativa “Puliamo il mondo” e “Spiagge pulite” in collaborazione con Legambiente.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.961 volte, 1 oggi)