ASCOLI PICENO – Un nome molto dolce per definire un’operazione della Guardia di Finanza dal risvolto decisamente amaro. “Operazione Profumo”: così è stato chiamato l’ultimo intervento delle Fiamme Gialle di Ascoli Piceno che ha portato allo smantellamento di un’organizzazione dedita al traffico di sostanze stupefacenti.
Quattordici persone arrestate, nove denunciate a piede libero e due chili e mezzo di droga sequestrata. Questo il risultato del blitz scattato nelle prime ore della mattina di giovedì 10 aprile, e che ha impegnato oltre 70 militari della Guardia di Finanza.
Con l’operazione sono scattate da subito le manette per dodici persone: A.S., quarantenne di Torino residente a Fermo; A.A., trentatreenne offidano residente a San Benedetto del Tronto; D’E.S., trentaseienne sambenedettese; P.T., quarantaseienne di Porto Sant’Elpidio; L.M., trentunenne di Grottammare; C.M., trentacinquenne di San Benedetto del Tronto; M.M., trentaseienne di San Benedetto del Tronto; G.M., quarantaquattrenne brindisino, residente a Milano; M.T., quarantaseienne di Senigallia, residente a Civitanova Marche; L.W., quarantacinquenne fermano; I.C., ventinovenne romano residente a Fermo; I.E., trentaseienne fermano, tutti componenti, a vario titolo, di un’organizzazione che movimentava mezzo chilogrammo di cocaina a settimana.
Inoltre, nel corso delle operazioni sono state eseguite 21 perquisizioni domiciliari e personali, effettuate tra Fermo, Ascoli Piceno, Porto Sant’Elpidio, Montefiore dell’Aso, San Benedetto del Tronto, Cupra Marittima, Grottammare e Monsampolo del Tronto, ma anche Milano, Civitanove Marche e Francavilla Fontana (Brindisi).
Tali perquisizioni hanno determinato l’arresto per spaccio di stupefacenti di altre due persone, K. E. di venticinque anni e T. E. ventitre anni, entrambi di nazionalità albanese ed entrambi residenti a Montefiore dell’Aso e il sequestro di 2503 grammi di hashish, 13 grammi di cocaina, una pistola con 7 cartucce, 1 coltello, 3 bilancini di precisione, 900 euro in contanti , 34 telefoni cellulari, 4 autovetture e 2 carte di identità falsificate.
Nove invece le persone denunciate a piede libero all’Autorità Giudiziaria: C.S ventottenne residente a Cupra Marittima; M.M., trentacinquenne di San Benedetto del Tronto; D.L.A., quarantaduenne milanese; P.G., trentatreenne nativo della Germania, residente a Cupra Marittima; N.S., trentottenne fermano; N.F., quarantaquattrenne fermano; C.G., trentaquattrenne di Altidona; P.M., trentatreenne ascolana, residente a San Benedetto del Tronto; Z.C., trentaquattrenne residente a Monsampolo del Tronto.
Gli interventi sono stati coordinati anche attraverso l’utilizzo di un elicottero del Corpo “Nh 500” in forza alla Sezione Area di Rimini, rivelatosi di grande utilità per l’individuazione di un indagato che, a bordo della propria autovettura, si era dato alla fuga .
Tutti gli arrestati sono stati condotti presso i carceri di Marino del Tronto, di Fermo, di Teramo, di Camerino e di Milano.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.104 volte, 1 oggi)