SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Al cineforum Buster Keaton un film completamente al femminile su un’inedita Beirut. “Caramel” della regista e attrice libanese Nadine Labaki è in proiezione giovedì 10 aprile, alle ore 21.30, al Cinema delle Palme.

Nella capitale libanese, in un istituto di bellezza, donne di diverse generazioni parlano di loro stesse, si scambiano confidenze e si raccontano le loro storie. Layale è innamorata di Rabih, un uomo sposato; Nisrine, una giovane musulmana che sta per sposarsi, è angosciata perché la prima notte di nozze suo marito scoprirà che lei ha già perduto la verginità; Rima non riesce ad accettare di essere attratta dalla donne; ed infine la vicina di negozio, la sarta Rosa, che ha sacrificato i suoi anni migliori e la sua felicità per occuparsi della sorella maggiore. Il caramello del titolo si riferisce proprio al profumato ingrediente della ceretta per depilazione usato nell’istituto, un’oasi calda di phon, profumi e chiacchiere femminili.

Una commedia in rosa che parla di un paese e di una figura di donna molto diverse da come siamo abituati a pensarli. Una Beirut lontana dalle immagini di guerra e devastazioni che di solito ci arrivano dal Libano. Il film preferisce rappresentare la gioia di vivere che anima la società mediorientale, con il suo mix di culture e etnie. E soprattutto le donne ne sono protagoniste, legate da un’antica rete di complicità e confidenze che dagli hammam è arrivata fino ai saloni di bellezza.

Nadine Labaki è un’attrice libanese di grande successo in patria, proclamata “attrice dell’anno in Medio Oriente”, da Variety. Ora la trentenne Labaki debutta anche nella regia, con un film da lei diretto, sceneggiato e interpretato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 394 volte, 1 oggi)