ASCOLI PICENO – Il territorio sempre più controllato. La Questura di Ascoli Piceno infatti è stata inserita nella lista di Questure che sperimenteranno l’inserimento delle “schedine alloggiati”, schedine che arriveranno da parte delle strutture ricettive direttamente via internet nella banca dati della Polizia di Stato.
Questa attività di controllo consentirà dunque alla Questura di avere in tempo reale i dati di tutte le persone alloggiate nella provincia di Ascoli Piceno all’interno di strutture ricettive.
Questo sistema può funzionare solo con l’adesione delle strutture della provincia e delle associazioni di categoria. A tale proposito la Questura di Ascoli ha già provveduto a sensibilizzare le associazioni di categoria mentre sta tuttora provvedendo a sensibilizzare le strutture ricettive, inviando loro il modulo di adesione al servizio.
Il servizio è completamente gratuito e sgrava le strutture anche dall’obbligo di consegnare manualmente le schedine agli uffici della Polizia di Stato o dell’Arma dei Carabinieri.
Per ulteriori informazioni o per avere gli stessi moduli (che dovranno essere riconsegnati in originale presso la Questura o presso i Commissariati di Fermo e di San Benedetto del Tronto) è possibile rivolgersi presso gli uffici della Questura di Ascoli Piceno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 577 volte, 1 oggi)