SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un altro pezzo di storia sambenedettese se ne va a colpi di ruspa. Luogo di incontro di molti adolescenti degli anni ’80 e ’90, centro di ritrovo delle domeniche invernali, l’ex Sala Giochi di viale Buozzi è in fase di demolizione.


Già nel maggio del 2006 si parlava di riqualificazione dell’edificio, ma solo ora sono iniziati i lavori, con il conseguente rammarico, (per chi in quel luogo ci è cresciuto), di veder portar via frammenti di un passato lieto e spensierato, quello che si ricorda col sorriso sulle labbra.


Ora, con ogni probabilità, gli usurati videogiochi cederanno il posto a capi di abbigliamento, perché
lungo viale Buozzi dovrebbe sorgere un esercizio commerciale, una maglieria per l’esattezza.
L’edificio infatti è di proprietà del “Maglificio di Verona snc“, dunque è più che probabile che a breve, passeggiando per il corso, tra palme e sale da caffè, vedremo anche un altro negozio di abbigliamento. Un’ipotesi avvalorata sia dal signor Calvino Abruzzesi, proprietario del lastrico solare dell’edificio che si trova al fianco dell’ex Sala Giochi, sia da Danilo Bartolozzi, geometra dell’impresa che effettuerà i lavori di demolizione della ex Sala Giochi, la “La. Mi.Cio. Scavi srl” di San Benedetto del Tronto, il quale ha inoltre parlato di tempi molto brevi per lo svolgimento dei lavori.

Da notare che l’edificio (lastrico solare e piano terra) è diviso fra due proprietari diversi.
Il geometra Bertolozzi ha citato fine giugno come data entro la quale tutto dovrebbe essere portato a compimento.
I lavori di elevazione invece saranno affidati all’impresa edile “Gabrielli Fernando” di Monteprandone, mentre il progetto è firmato dal geometra Michele Vanzo di Verona.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.102 volte, 1 oggi)