SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La cardiologia esaminata a 360 gradi in un convegno che si terrà dal 10 al 12 aprile presso il Centro Congressi dell’hotel Calabresi.
Il convegno interregionale dell’Anmco, l’Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri, dal titolo “La cardiologia che ci unisce”, coinvolge le regioni delle Marche, dell’Umbria e dell’Abruzzo e tratterà alcuni dei problemi cardiologici a maggior rilevanza epidemiologica e sociale.
L’incontro inizialmente era previsto al Palacongressi, ma, per le note vicende giudiziarie la struttura non è risultata disponibile

Il convegno sarà presieduto dal dottor Guglielmo De Curtis. Verranno trattati problemi cardiologici quali le aritmie, con particolare riferimento alla fibrillazione striale, vera e propria “malattia sociale” e all’attuale problema dei defibrillatori impiantabili; lo scompenso cardiaco, con attenzione al problema della scarsa applicazione, nella pratica clinica, delle Linee Guida delle società scientifiche internazionali; la sindrome coronarica acuta che evidenzia, negli ultimi anni, un trend epidemiologico confortante, ma per la quale è necessario fare ancora molto in termini di strategie di trattamento ancor di più che dal punto di vista strettamente farmacologico e infine il paziente ad alto rischio cardiovascolare, con risalto particolare all’enorme problema della prevenzione primaria.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 476 volte, 1 oggi)