CARASSAI – Duecentosettanta minuti ancora da giocare. Ma alla Vis Carassai potrebbero bastarne soltanto novanta. Se il team del presidente Bizzarri vincesse la gara di sabato prossimo contro il Monsampolo e contemporaneamente la Jrvs Ascoli perdesse contro il Porto d’Ascoli, i giochi sarebbero fatti.

Il vantaggio di 4 punti sui rivali allenati da Pulcini risulta prezioso al fine di evitare qualsiasi calo di concentrazione. Il tecnico Silvestri lo sa bene: perdere la testa ora significherebbe annientare quanto di eccezionale è stato fin qui costruito.

Per cui Brandimarte e soci dovranno prima pensare a incamerare i 3 punti contro la compagine di mister Tassi, galvanizzata dagli ultimi risultati positivi in chiave salvezza, e poi attendere che dal campo sportivo Ciarrocchi giungano buone notizie.

Se così non dovesse accadere, niente paura. La Vis Carassai avrebbe a disposizione altri due incontri, seppur delicati, con la Ripa in trasferta e in casa contro il Monterubbiano. E’ partito il conto alla rovescia, all’orizzonte c’è l’ultimo sforzo per i ragazzi di mister Silvestri prima di riportare la società del patron Bizzarri ai vertici del calcio dopo l’anno di purgatorio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 662 volte, 1 oggi)