Pro Vasto-Centobuchi 2-1

PRO VASTO: Bordeanu, D’Ercole, Casavecchia (10 st Benedetti ), Golia (39 st Vito sv), Della Penna, Tocci, Fiore, Lezcano, Pazzi, Maggi, De Fabiis. A disp: Mainardi, La Verghetta, Fatati, Postiglione, Gallaccio. All: Baiocco.
CENTOBUCHI: Merletti, Alessandrini, Troli, Corradetti, Ciotti, Coccia, Cesani (19st Pesce), Simoni, Vidallé (34 st Pini sv), Cacciatore, Costescu (22 st De Amicis sv). A disp: Di Giacomo, Papa, Tocchi, Trotta. All: Marocchi.
ARBITRO: Gargano di Roma Uno
MARCATORI: 48pt Golia, 33st Maggi, 40st rigore Cacciatore (C)
ESPULSO: 46 pt Ciotti (C) per fallo, al 17 st Della Penna e Corradetti per reciproche scorrettezze.
AMMONITI: Costescu, Cacciatore (C), Casavecchia, Pazzi, Golia (PV),
ANGOLI: 0-4
SPETTATORI: circa 250 con rappresentanza ospite.

VASTO – Vince meritatamente per 2-1, non senza soffrire, la Pro Vasto che cancella l’immeritata sconfitta di domenica scorsa a Macerata.
«Abbiamo disputato una buona gara – ammette a fine partita Baiocco – ma non pensavo di vincerla. Bravi i ragazzi, compresi quelli che ho impiegato in ruoli diversi e chi è rimasto in panchina, comprendendo alcune mie scelte». C’è da dire che tra le due squadre non si è visto molto in campo nell’arco dei primi 45’, anche se sono stati i padroni di casa a rendersi pericolosi in un paio di vere occasioni, oltre al calcio di punizione che li ha portato in vantaggio.
Al contrario il Centobuchi che non è riuscito ad esprimersi come ci si aspettava, pur giocando e lasciando giocare. Praticamente al completo gli ospiti con mister Marocchi che ha disposto la squadra con il solito 4-4-2 e in attacco la coppia Vidallè-Cacciatore; l’allenatore biancorosso, invece, ha dovuto fare a meno degli squalificati Calabresi, Chiavaroli e Romaggioli in difesa e del centrocampista Logrieco, senza contare la non perfetta condizione fisica di alcuni giocatori, su tutti Fiore e Golia, insistendo sul 3-4-3, modulo che gli sta dando ragione, con Fiore, Pazzi e Maggi in avanti. Al pronti-via, si vedono Pazzi al 4’ e 9’ e Maggi al 13’ su punizione ma con un nulla di fatto. Al 31’ si rende pericoloso dalla distanza Pazzi che manca di poco il vantaggio che giunge al 48’: l’arbitro espelle Ciotti per fallo su Pazzi che s’incarica della battuta del calcio piazzato ed intuisce il passaggio per Golia che non ha pietà del portiere marchigiano.
La ripresa è più vivace, con gli ospiti che si rendono pericolosi al 1’ e 4’ con Cacciatore ma in entrambi i casi è bravo Bordeanu a salvare il risultato. Al 15’, sugli sviluppi di un corner, Golia va vicino al raddoppio, ma Merletti si rifugia in angolo. Due giri di lancette e, su segnalazione del collaboratore Mattani di Barletta, Della Penna e Corradetti guadagnano anzitempo gli spogliatoi per reciproche scorrettezze. La Pro Vasto è alla spasmodica ricerca del raddoppio con Pazzi che sciupa a porta vuota, però si fa perdonare al 33’ quando, complice anche la difesa distratta e il cross di Fiore, serve Maggi che deposita in rete ed è il 2-0. Il Centobuchi accorcia grazie ad un rigore apparso giusto, trasformato da Cacciatore, tra i migliori in campo.

Nel settimanale Riviera Oggi in edicola da lunedì 7 aprile pagelle e interviste sul match

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 871 volte, 1 oggi)