SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo la riunione tenuta dal prefetto Alberto Cifelli il 28 febbraio, nel corso della quale era stato costituito un tavolo tecnico di lavoro coordinato dal Comandante della Capitaneria di Porto, Luigi Forner, il 5 aprile si è giunti alla stipula di un protocollo d’intesa tra i rappresentanti della marineria abruzzese – sambenedettese e gli armatori dei pescherecci pugliesi, entrambi specializzati nella pesca di piccoli pelagici.

Il protocollo, finalizzato a dirimere le situazioni che avevano dato origine a tensioni tra le marinerie, contiene, la determinazione di orari e giorni in cui è possibile praticare la pesca col sistema delle volanti nonché del quantitativo di pescato commercializzabile.

Il protocollo è stato sottoscritto per la marineria locale dagli armatori Franco Bruni, Mario Romani e Gilberto Scarpantoni mentre per la marineria pugliese dagli armatori Angelo e Rino Raffaele nonché dal direttore della Cooperativa Progresso Giuseppe Carucci.

Sarà costituito un tavolo permanente presso la Capitaneria di Porto per dirimere eventuali controversie che possano insorgere dall’applicazione dell’intesa nonché per una sua implementazione

A garanzia degli impegni presi dalle parti, è stata apposta la firma anche dal Prefetto e dal Comandante della Capitaneria di Porto.

All’incontro erano presenti anche il Questore Giuseppe Mastrogiovanni, il Sindaco di San Benedetto Giuseppe Gaspari, il Comandante in 2^ della Capitaneria di Porto Luigi Piccioli e il Sottotenente di Vascello Cristian Amin addetto alla Sezione Tecnica.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.815 volte, 1 oggi)