TORTORETO – Si aggirava per Tortoreto come un qualsiasi cittadino, quando imbattutosi in un casuale controllo da parte di un pattuglia di carabinieri, è risultato un pericoloso criminale psicolabile ricercato dalla polizia francese.

Il trentenne francese qualche anno fa in preda ad un raptus aveva ucciso con 40 coltellate un amico. Scappato qualche mese fa dall’ospedale psichiatrico nel quale stava scontando la sua detenzione, l’uomo aveva fatto perdere le proprie tracce. Pare che dapprima si sia recato in Slovenia e in seguito sia arrivato in Italia, giungendo appunto a Tortoreto. E’ stato fermato per strada da un normale controllo da parte di una pattuglia dei Carabinieri, che durante il fermo hanno notato qualcosa di strano nell’uomo e hanno deciso di perquisirlo, trovandogli in tasca un coltello a serramanico di genere proibito. In seguito ad ulteriori controlli effettuati esaminando la banca dati internazionale è emerso che l’uomo era un pericoloso criminale evaso e ricercato dalla polizia francese.

Immediatamente sono scattate le misure di sicurezza e sono state avvertite le autorità competenti, mentre il giovane è stato sottoposto ad un ricovero coatto nel reparto di psichiatria dell’ospedale di Giulianova dove resterà in osservazione per alcuni giorni prima del rimpatrio in Francia dove tornerà a scontare la pena detentiva.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 770 volte, 1 oggi)