MARTINSICURO – L’inserimento nel contratto di una percentuale minima della differenziazione dei rifiuti garantita da parte del soggetto gestore del servizio: è una delle proposte avanzate dal consigliere di minoranza Alduino Tommolini nel corso delle riunioni della commissione di controllo e garanzia che si sono tenute in questi giorni per studiare la situazione attuale della gestione dei rifiuti a Martinsicuro, alla luce del passaggio di mano che si avrà a maggio dalla Manutencoop, che attualmente detiene il servizio, alla Poliservice.

La commissione, che si è riunita lo scorso 26 marzo e il primo aprile, sta analizzando la situazione dell’attuale servizio di gestione dei rifiuti solidi urbani sia dal punto di vista economico che da quello gestionale ed ha iniziato l’individuazione di concrete proposte per la formulazione del nuovo contratto che dovrà essere stipulato tra il Comune di Martinsicuro e la società incaricata dall’Unione dei Comuni della Val Vibrata.

«Dobbiamo fare in modo che venga aumentato il livello di raccolta differenziata dall’attuale 40% – ha spiegato Tommolini – ma per fare questo è necessaria la collaborazione attiva anche della ditta incaricata alla raccolta e smaltimento dei rifiuti, fissando preventivamente degli obiettivi comuni».

In pratica la Poliservice dovrebbe garantire per contratto una percentuale concordata di raccolta differenziata, e se a fine anno gli accordi non dovessero essere rispettati ci sarebbe l’applicazione di una sanzione.

«Se il gestore del servizio non è corresponsabile insieme al Comune dell’obiettivo da raggiungere – ha proseguito il presidente della commissione – questo sarà di difficile realizzazione. La proposta di inserire nel contratto una percentuale minima della differenziazione dei rifiuti garantita da parte del gestore del servizio è mirata ad ottenere una più efficace politica di differenziazione e riciclaggio dei rifiuti con evidenti benefici per l’ambiente e per il costo complessivo del servizio».

La proposta dell’esponente di Città Attiva ha incontrato il parere favorevole dell’intera commissione che ha concordato inoltre la necessità di stabilire a livello contrattuale delle penalità a carico del gestore nel caso di non conforme prestazione del servizio pattuito.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.182 volte, 1 oggi)