SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Queste le decisioni prese dal Giudice Sportivo dei Dilettanti.
In Promozione due turni di stop a Grelli (Cuprense), Coppari (Filottranese). Un turno di stop a Cervelli e Mogliani (Caldarola), Trobbiani (Comunanza), Rasicci e Ferranti (Matelica), Nardini (A.Piceno), Panti e Spina (Castelfidardo), Gramaccioni e Vagnini (A.Marchionni), Basso e Perfetti (Corridonia), Clementi (Fabriano), Veschi, Filipponi, Ramaccini e Magrini (Filottranese), Perini (Olimpia), Pierdomenico e Monterubbianesi (Porto Potenza), Romagnoli e Gambelli (Belvedere), Rubino (Calcinelli), Di Buò (Petritoli), Strenga (S.O.Centinarola), Baldi (S.Numana), Martorelli (Urbisalviense), Evacuo (Vadese), Moretti (Vallesina).
Ammenda di euro 700 alla Società Fermana per “essere al termine della gara un proprio sostenitore riuscito ad entrare nello spazio antistante gli spogliatoi colpendo con un pugno al volto un dirigente della squadra locale procurandogli fuoriuscita di sangue dalla bocca. Successivamente lo colpiva con alcuni calci alla schiena”.
Ammenda di euro 60 alla Società Corridonia per “aver a fine gara alcuni estranei insultato reiteratamente l’arbitro”.
In Prima Categoria squalificato Capecci (Monteprandonese) fino al 30 giugno “visionata la documentazione inviata dalla Procura Federale a codesto Organo di Giustizia Sportiva, in merito agli accertamenti svolti in ordine all’individuazione del giocatore reo di aver commesso a fine gara (match risalente al 17 novembre scorso) atto di violenza nei confronti dell’arbitro. Preso atto che dall’istruttoria espletata non si è riuscito ad individuare l’autore di tale atto, insistendo la Società nell’indicare come responsabile il giocatore Francucci della Monteprandonese non partecipante alla gara, nel mentre l’arbitro conferma che l’autore di tale atto risultava essere un calciatore partecipante all’incontro. Dal momento che non si è riusciti ad ottenere il nominativo del reo, si decide di squalificare il capitano della Monteprandonese. Si trasmettono inoltre gli atti al Presidente del Comitato in ordine ai provvedimenti che lo stesso vorrà assumere viste le dichiarazioni rilasciate dalla Società al responsabile incaricato dalla Procura Federalea svolgere le opportune indagini”.
Due giornate a Caterini (Monsampietro) e Vannicola (Stella). Una giornata a Properzi (A.Treia), Malaccari e Cecconi (Camerano), Rossi, Costarelli e Scortichini (Cupramontana), Strappini, Borbotti e Toso (Filottrano), Baioni (Loreto), Carfagna e Moretti (Monsampolo), Marconi e Straccia (Monterubbianese), Boccatonda (Montottone), Di Nicolò (Pagliare), Pesaresi (S.Biagio), Baleani (V.Castelfidardo), Aguzzi (Vismara Pesaro), Spina e Bassetti (Monsampietro), Capiglioni e Damiani (C.Verdini), Bonopera (Casinina), Eleuteri (Sarnano), Filiaci e Massetti (Trunetina), Petracci (Acquasanta), Parigiani (Acquaviva), Falcioni e Fraternale (Brandoni), Induti (Monteprandonese), Gaspari (Monticelli), Ciccanti (Offida), Perozzi (Porto d’Ascoli), Ciattaglia (S.Marcello), Canullo e Mendez (Visso), Martarelli e Scattolini (Cingoli), Mariscoli e Papi (Monserra), Bicchiarelli e Grassi (S.Cecilia), Baldarelli (I.Lorenzini), Gennari, Battisodo e Marconi (J.C.Città), Rossi, Ciacci e Dini (Lunano), Poggiaspalla (Pieve di Cagna), Tartabini (Settempeda), Bartoli (Tavoleto).
Ammenda di euro 60 alla Società Monsampietro per “comportamento offensivo dei propri tifosi nei confronti di un giocatore squadra avversaria per tutta la gara”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 462 volte, 1 oggi)