MOSCIANO SANT’ANGELO – La rassegna “Il Falò delle vanità” apre le porte dell’arte all’imprenditoria: la struttura ricettiva Casa de’ Campo di Mosciano Sant’Angelo accoglie i giovani artisti e ospita la mostra curata da Solidea Ruggiero, direttore di ArteViZi.net. La rassegna sarà inaugurata il 6 aprile alle ore 18,30, con la personale – “Un viaggio attorno ad Oho” – di uno dei maestri contemporanei più conosciuti delle Marche, Nazareno Luciani.

L’artista sambenedettese, da autodidatta inizia a dedicarsi all’attività artistica nel 1978. In questa personale, che inaugura e apre la rassegna “Il falò della vanità”, sono esposte opere che vanno dal 1997 a oggi, un viaggio che l’artista riassume assieme al suo “protagonista” e soggetto ricorrente o “rincorrente”, Oho, che caratterizza tutto il suo percorso artistico.

Nazareno Luciani, curatore di molte collettive e rassegne d’arte, è anche il coordinatore artistico di questa rassegna “Il Falò delle vanità”, mentre il progetto creativo è di Maria Giulia Marconi.
Ogni mese verranno presentate delle piccole collettive di artisti, accompagnate da un vernissage studiato e organizzato dalla struttura ospitante. Verrà realizzato un catalogo di presentazione che racchiuderà tutte le schede tecniche degli artisti, gli interventi dei critici, la descrizione della rassegna.

Importante sarà la collaborazione con la Fondazione Mille Soli, per promuovere tematiche sociali. Una collaborazione che si concretizzerà con un appuntamento organizzato all’interno della rassegna e dedicato alla presentazione dell’attività della Fondazione e alla raccolta dei fondi attraverso la vendita delle opere che ogni artista vorrà devolvere.

La Fondazione Mille Soli – una Onlus che opera in India nel Marahastra nella regione di Bombay – si occupa di adozioni a distanza, opera attivamente per realizzare strutture e programmi di sviluppo in grado di promuovere l’economia locale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 870 volte, 1 oggi)