SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Contro la Juve Stabia in terra campana mancherà Curiale, il mattatore del pomeriggio del Riviera. Ma in casa Samb, dopo una partita così, non c’è nulla che faccia paura: «Ha fatto una partita superlativa, ma non sono preoccupato per la sua assenza perché giocherà Alfageme e vedrete che ci farà vincere la partita», afferma l’allenatore Guido Ugolotti.

Samb-Gallipoli vista da Ottavio Palladini: «Abbiamo dimostrato di stare bene fisicamente anche se abbiamo fatto soffrire un po’ troppo i nostri tifosi, prima permettendo al Gallipoli di pareggiare e poi sul 3-2 non chiudendo la partita. Adesso godiamoci questa vittoria e poi da martedì ricominceremo a pensare ai due scontri diretti che ci attendono contro Juve Stabia e Potenza».
Per la prima volta dall’inizio del campionato la Samb è fuori dai play-out: «Sinceramente sono mesi che non leggo i giornali e non guardo la classifica: solo a fine campionato, quando la guarderò, mi auguro e sono convinto che vedrò la Samb fuori dai play-out».
Capitano in campo al posto dello squalificato Tinazzi, ma capitano il gladiatore Ottavio lo è sempre, di fatto, per età e grinta: «Questo discorso della fascia non mi interessa, mi preme soltanto la salvezza della Samb: abbiamo solo un capitano che è Tinazzi che sta dimostrando di meritare assolutamente il ruolo. Fabio è un grande sia dentro sia fuori dal campo».

Sportivo il centrocampista giallorosso Giuseppe Russo: «Siamo partiti con il piede sbagliato, andando sotto di due gol, e dopo il pareggio abbiamo palesato tutti i nostri limiti in trasferta. Subiamo troppi gol fuori casa e dobbiamo assolutamente cambiare registro. La Samb si è dimostrata un’ottima squadra e ha meritato la vittoria».

Lucas Correa, autore del bel primo gol pugliese, crede ancora nel primo posto: «Purtroppo siamo qui a commentare l’ennesima sconfitta esterna. Avrei preferito non segnare e vincere la partita: il mio gol, seppur bello, non è servito ad evitare questa battuta d’arresto. Nonostante tutto, dobbiamo continuare ad allenarci e a credere nel primo posto fino a
quando la matematica non ci dirà che dovremo accontentarci dei play-off».
Ci racconta il suo gol: «Ho visto che ero in leggero anticipo sulla palla che mi era rimasta dietro, quindi ho provato la sforbiciata, chiudendo gli occhi e mi è andata bene. Ammetto di aver avuto un pizzico di fortuna nell’occasione».
In passato si era parlato anche di un suo passaggio alla Samb «E’vero, se ne era parlato ma poi non se ne è fatto niente. Mi sarebbe piaciuto giocare qui perché San Benedetto è una piazza molto importante, sprecata per la Serie C».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.002 volte, 1 oggi)