SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Una decina di Grillo Boys hanno assistito al Consiglio comunale di venerdì 28 marzo e hanno ottenuto la disponibilità da parte di alcuni consiglieri e dal sindaco per la certificazione delle firme che saranno raccolte il 25, il 26 e il 27 aprile, durante il V-Day 2 “per una libera informazione in un libero Stato”.
I consiglieri Marinucci, Forlì, Cappelli, Pasqualini, l’assessore Canducci, il presidente del Consiglio comunale Capriotti e il sindaco Gaspari si sono detti disponibili a partecipare all’iniziativa, che propone la presentazione di un referendum che propone tre obiettivi: l’abolizione dei finanziamenti pubblici alla stampa, l’abolizione dell’ordine dei giornalisti, l’abolizione della legge Gasparri sulla televisione.
Queste le motivazioni esposte dai partecipanti al Meet Up sambenedettese, un gruppo di giovani impegnati e simpatizzanti delle tematiche lanciate da Beppe Grillo nel suo noto blog: «Perché siamo andati ad assistere al Consiglio comunale? Perché era il posto migliore per coinvolgere i nostri rappresentanti in un momento di democrazia condivisa e partecipata. E avendoli di fronte tutti insieme era più facile chiedere la loro partecipazione».
Il Meet up ha chiesto due spazi pubblici per il 25 aprile, presso la rotonda Giorgini e davanti al caffè Sciarra in viale Moretti.
Martedì ci sarà un incontro con il sindaco per accordarsi sui dettagli, visto che nella stessa zona il 25 ci sarà il concerto di Ambrogio Sparagna ad ingresso gratuito.
Non ci sarà soltanto la raccolta firme per il V-Day 2. Saranno presenti anche altre associazioni, come l’associazione ambientalista Più con Meno. Inoltre sarà montato uno schermo collegato con la diretta del V Day 2 in piazza a Torino con Beppe Grillo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.147 volte, 1 oggi)