RIPATRANSONE – L’Archivio storico del Comune ripano è custode di tesori inestimabili: conserva i documenti che raccontano la storia secolare della città. Il libro di Emilio Tassi, “Fondo Diplomatico dell’Archivio Storico Comunale di Ripatransone” edito da Andrea Livi editore, sarà presentato sabato 29 marzo, alle ore 16.30, presso la sala di Rappresentanza del Municipio.

«L’Archivio storico di Ripatransone – afferma l’assessore alla Cultura, Remo Bruni – custodisce, come in uno scrigno prezioso, alcuni documenti – databili tra il XIII e XX secolo – che sono tra i più importanti della nostra comunità. Quelli del fondo pergamenaceo sono senz’altro i meno conosciuti, sia per le difficoltà incontrate in passato nella loro traduzione, sia per la fragilità che molti di essi presentavano, tanto da sconsigliarne la consultazione. Ora, grazie a un’opera di riordino complessivo dell’intero Archivio – a cui hanno lavorato il direttore dell’Archivio Storico Arcivescovile di Fermo Emilio Tassi e il collaboratore Walter Michelangeli – anche questi speciali documenti sono pienamente fruibili da tutti».

«Ma il lavoro sarebbe stato incompleto – continua Bruni – se non avessimo anche provveduto a pubblicare i regesti di tutto il materiale pergamenaceo, raggiungendo così il duplice scopo di facilitare la futura consultazione dei documenti da parte degli esperti e di far conoscere a tanti nostri concittadini la qualità e la ricchezza di una parte così importante del nostro patrimonio storico».

Anche il Sindaco Paolo D’Erasmo sottolinea l’importanza della realizzazione di questa opera letteraria: «È giusto ringraziare chi ha reso possibile la pubblicazione: la Sovrintendenza Archivistica delle Marche, la Banca di Ripatransone Credito Cooperativo, le Amministrazioni comunali passate, i dipendenti comunali che hanno custodito l’Archivio con cura ammirevole, ma è doveroso ringraziare l’autore, Emilio Tassi, che in virtù della sua immensa cultura e soprattutto del suo grande amore per la storia del nostro territorio, ha portato a termine con successo un lavoro lungo e laborioso, ma di indiscutibile qualità. La Città di Ripatransone gliene sarà eternamente grata».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 540 volte, 1 oggi)