GALLIPOLI – Quattro assenze pesanti, ma soprattutto l’obbligo di dovere iniziare a sovvertire un trend negativo. Eccolo il Gallipoli che si appresta a sfidare la Samb sul prato del Riviera.

La rotonda vittoria sul Perugia di domenica scorsa ha rilanciato le quotazioni dell’undici giallorosso, che però fuori casa non riesce proprio ad ingranare. Lo score dei salentini recita sette sconfitte, cinque pareggi e una sola vittoria (a Pistoia, lo scorso 3 febbraio). Lontano dal “Bianco” insomma, il Gallipoli fatica da morire. E adesso che all’orizzonte di trasferte ce ne sono due (dopo San Benedetto, Potenza), mister Patania, da due domeniche sulla panchina giallorossa, fa bene a preoccuparsi: «Ci attende un compito molto arduo».

Se non altro perché all’appello mancheranno quattro pedine del calibro di Di Gennaro, Morfù, Paschetta e Mele. Dovrebbe invece recuperare Cimarelli, mentre Vastola e Lo Monaco tornato disponibile dopo avere scontato la squalifica rimediata in precedenza.

FORMAZIONE Un solo dubbio per il tecnico del Gallipoli, quello in mediana, sulla corsia destra: Stentardo o Correa? Per il resto spazio al solito 4-4-2, con Rossi in porta, difesa con Vastola, Lo Monaco, Molinari e Soriano; a centrocampo Cini, Russo, Monticciolo e uno tra Stentardo e Correa; in avanti la coppia Morello-Ginestra.

Al Riviera, a tifare Gallipoli, sono previsti non più di un centinaio di sostenitori salentini.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 612 volte, 1 oggi)