CASTEL DI LAMA – Neppure la sacralità della Pasqua li ha fatti desistere dall’attività criminosa.
Cinque uomini di nazionalità rumena sono stati fermati dalla Polizia nella notte di Pasqua dopo che avevano rubato due ciclomotori e dell’attrezzatura edile all’interno di un cantiere.
Erano circa le 00.30 del 23 marzo, quando la Polizia è intervenuta presso villa Chiarini di Castel Di Lama, dove erano stati segnalati dei movimenti all’interno di un cantiere edile. Qui i poliziotti hanno trovato un furgone Mercedes Vito con targa rumena che, alla vista della Polizia, si è precipitosamente allontanato.
Dopo avere inseguito e raggiunto il mezzo in via Folicara, le Forze dell’Ordine sono passate alla perquisizione dello stesso. All’interno c’erano cinque persone, tutte di nazionalità rumena e tutti pastori senza fissa dimora in Italia, in quanto residenti in Romania. Inoltre sono stati rinvenuti dentro al furgone due ciclomotori coperti da un telo, che, in seguito a immediati accertamenti, risultavano esser stati rubati poco prima a Castel Di Lama e per i quali i proprietari non avevano ancora sporto denuncia. Oltre ai ciclomotori sono state trovate anche attrezzature edili di rilevante valore.
I cinque rumeni sono stati subito condotti in Questura per le formalità di rito e deferiti all’autorità giudiziaria a piede libero per il reato di ricettazione mentre il furgone è stato posto sotto sequestro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 773 volte, 1 oggi)